Voghera, nel video Youns colpisce l'assessore, ma non si vede l'arma

Voghera, nel video Youns colpisce l'assessore, ma non si vede l'arma
Per saperne di più:
Corriere TV INTERNO

Subito dopo lo si vede rialzarsi ed essere avvicinato da un paio di persone.

Agli atti dell'inchiesta sull'omicidio del 39enne di origini marocchine Youns El Boussettaoui c'è un video, ripreso da una telecamera di sorveglianza, in cui l'immigrato avvicina l'assessore leghista Massimo Adriatici e, dopo una breve discussione, lo colpisce con un pugno.

Dal video non è chiaro, invece, il momento in cui Adriatici, ora ai domiciliari per eccesso colposo di legittima difesa, impugna l'arma

Le immagini mostrano l'assessore cadere a terra, ma non il momento in cui spara alla vittima. (Corriere TV)

Ne parlano anche altre testate

oghera, il video dell'aggressione prima della sparatoria (VIDEO). Il video di una telecamera di videosorveglianza mostra il momento in cui l’assessore Massimo Adriatici e il marocchino Youns El Boussetai litigano vicino al bar Ligure a Voghera (L'HuffPost)

L’assessore alla Sicurezza è accusato di eccesso colposo di legittima difesa ma un video, ripreso dalla telecamera di sorveglianza, sembrerebbe confermare la sua dichiarazione. L’assessore Adriatici soprannominato “lo sceriffo” ha sparato un colpo su Youns El Bossettaoui, un 39enne di origini marocchine, che ne ha provocato la morte. (Yeslife)

Lo scrive lo scrittore Roberto Saviano su Twitter in relazione al commento del leader della Lega su quanto accaduto a Voghera dove l'assessore alla Sicurezza, Massimo Adriatici, autosospeso dal suo incarico, è finito agli arresti domiciliari per la mor Ma lo sappiamo che siamo in presenza di un gesto razzista e che razzista è la difesa di quel gesto". (Yahoo Notizie)

Marocchino ucciso, Voghera si divide: «Onore ad Adriatici». Sui social commenti choc

I parenti della vittima disperati: “Gli hanno sparato in piazza davanti a tantissime persone, vogliamo giustizia”. La sparatoria di Voghera è stata ripresa in un video inedito. “Era mio fratello – racconta – Pensate se avessero ucciso un fratello vostro”. (L'agone)

L’avvocato ha “chiesto in procura le motivazioni” e il pubblico ministero “ha detto che è stata una svista dei carabinieri”. Intanto, però, prendono la parola i familiari della vittima, direttamente con la stampa o attraverso il loro avvocato, per dire che Younes El Boussettaoui “andava curato, non ucciso”. (il Giornale)

La città si divide fra chi stigmatizza il «Far West» e parla di una «assurdità» e chi invece applaude allo 'sceriffo' Adriatici. Il paradosso è che proprio una di queste persone si è messa ad usare la violenza, aumentando solo i problemi e facendo diventare Voghera un caso nazionale. (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr