Quartucciu, il restroscena il giorno prima del femminicidio di Angelica: "Scalza al bar per chiedere aiuto"

Quartucciu, il restroscena il giorno prima del femminicidio di Angelica: Scalza al bar per chiedere aiuto
Casteddu Online INTERNO

Ventiquattro ore dopo, le coltellate mortali inflitte dall’uomo alla donna, arrestato per omicidio dai carabinieri e portato a Uta

Anche altri testimoni, residenti nelle vie intorno a via Sarcidano, dove viveva la coppia, hanno raccontato di aver visto “Angelica, ieri pomeriggio, camminare scalza per strada, poco dopo era arrivata anche un’ambulanza”.

C’è un fatto, avvenuto ieri, a meno di 25 dalla lite sfociata nel femminicidio di Angelica Salis a Quartucciu, che è stato raccontato da diversi testimoni. (Casteddu Online)

La notizia riportata su altri media

Randaccio, padre dei loro tre figli, ha subito chiamato i carabinieri: “Venite a casa, ho ammazzato mia moglie”, ha detto al telefono. Salis forse è stata colta di sorpresa, non ha fatto in tempo a difendersi ed è finita sul pavimento in una pozza di sangue. (L'Unione Sarda.it)

L'uomo ha prima accoltellato la donna e poi ha chiamato i Carabinieri. Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Settembre 2021, 14:08 Angelica viveva uno stato di depressione, forse proprio legato alla sua situazione familiare. (leggo.it)

Uccide la moglie a coltellate e chiama i carabinieri: l'uomo soffriva di depressione

Randaccio è stato fermato per omicidio volontario e ora si trova nella caserma dei carabinieri di Quartu Quando anche i medici del 118 sono arrivati nell’appartamento di via Sarcidano non hanno potuto che constatare il decesso della vittima, raggiunta da diverse coltellate, una delle quali, forse mortale, al collo. (Cagliaripad)

APPROFONDIMENTI CATANIA Catania, uccide la moglie a coltellate e poi tenta il suicidio: oggi. SASSARI Tenta di uccidere la compagna e poi si impicca in casa È stato lo stesso marito, Paolo Randaccio, 67 anni, a chiamare i soccorsi e i carabinieri: «Sono a casa, ho ucciso mia moglie». (ilmattino.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr