Tragedia in fabbrica: Luana, mamma 22enne muore risucchiata dai macchinari

Tragedia in fabbrica: Luana, mamma 22enne muore risucchiata dai macchinari
Per saperne di più:
Il Primato Nazionale INTERNO

I testimoni raccontano di avere visto Luana finire impigliata nel congegno per poi venire risucchiata dal rullo.

Luana, mamma di 22 anni morta in fabbrica. Una fine agghiacciante, davanti ai colleghi impotenti.

Quando l’orditoio è stato fermato non è rimasto niente altro da fare che estrarre i resti straziati e senza vita della giovane mamma.

La giovane mamma non si era persa d’animo nonostante la giovane età e per mantenere il bimbo aveva subito trovato occupazione in una piccola ditta della lavorazione tessile del distretto, vicino alla propria abitazione

Lascia un bimbo di pochi anni. (Il Primato Nazionale)

Se ne è parlato anche su altri media

L’Ugl esprime cordoglio alla famiglia di Luana, giovane di 22 anni e madre di una bambina, deceduta dopo essere rimasta intrappolata in un orditoio in un’azienda tessile a Oste di Montemurlo, in provincia di Prato Un ennesimo e atroce incidente sul lavoro ha spezzato una giovane vita, “un dramma che sconvolge e lascia sgomenti. (L'HuffPost)

Secondo le prime ricostruzioni la giovane sarebbe rimasta intrappolata in un macchinario, un orditoio, dopo essere stata trascinata dal rullo. Tragedia sul lavoro: muore ragazza di 22 anni. Secondo le prime ricostruzioni la giovane sarebbe rimasta intrappolata in un macchinario. (Papaboys 3.0)

È morta così, la mattina del 3 maggio, Luana D’Orazio, 22 anni. In occasione del 1° maggio l’Associazione nazionale lavoratori mutilati e invalidi del lavoro (Anmil) aveva pubblicato un conteggio sui morti sul lavoro nel 2021 (Soverato Web)

Tragedia in fabbrica, Luana muore a 23 anni mentre era a lavoro: era da poco diventata mamma

È più di un anno che tutto sembra congiurare affinché non ci si pongano più le questioni decisive dell’esistenza. Una vita, quella della ventiduenne Luana D’Orazio, spezza l’ingannevole dibattito a cui è stato inchiodato quest’anno il primo maggio italiano. (Il Sussidiario.net)

La tragedia è grande, non solo per me, anche per la titolare della ditta, che si chiama Luana, come mia figlia. "Sul lavoro non devono morire né ventenni, né trentenni, né più anziani, sono tutte vite umane" (notiziediprato.it)

Tragedia in fabbrica, Luana D’Orazio muore a 23 anni. La giovane stava lavorando in un’azienda tessile di Agliana, in provincia di Pistoia, quando è stata straziata dal macchinario ed è morta sul colpo. (Teleclubitalia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr