Bimbo si fa male all'asilo, sindaca di Crema indagata

Bimbo si fa male all'asilo, sindaca di Crema indagata
AGI - Agenzia Italia INTERNO

"I sindaci hanno responsabilità enormi e spesso devono districarsi fra poche risorse assumendosi molti rischi", ricorda Enrico Letta

Perché non è la sindaca di Crema oggi ad essere stata indagata ma insieme a lei ci sentiamo tutti indagati.

Primo o poi qualcuno dovra' rispondere quando l'Italia resterà un Paese senza sindaci", conclude il sindaco di Bari.

La Dgr testualmente recita: 'Elementi costruttivi, gli arredi e le attrezzature compresi i giochi, devono avere le caratteristiche antinfortunistiche, in particolare devono essere adottati idonei accorgimenti atti ad evitare situazioni di pericolo (es. (AGI - Agenzia Italia)

Su altre testate

Muovendo da questo punto di vista, la vicenda è inaccettabile. E di qui sorge il dovere di svolgere accertamenti per ogni fatto astrattamente previsto come reato dalla legge”. (Il Fatto Quotidiano)

Ricevendo la solidarietà di tanti colleghi, a partire dal sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro. Credo che il governo debba prendere in seria considerazione, in sede di rivisitazione del Testo Unico degli Enti, l’appello di Decaro e dell’Anci» (Avvenire)

«Rischiamo che il sindaco non lo voglia fare più nessuno, soprattutto nei piccoli centri». «I sindaci hanno delle indennità misere rispetto alle responsabilità e agli impegni che hanno sui territori - sottolinea - e ancor di più oggi finiscono per pagare colpe non loro». (La Stampa)

Crema, il caso della sindaca indagata per il ferimento di un bimbo all’asilo evidenzia una criticità

Il brano è accompagnato da un video girato a Londra e celebra il rito collettivo del calcio e il ritorno alla vita del post pandemia in un continente vaccinato, "dalle strade di Dublino a Notre Dame", come canta il leader della band irlandese nel pezzo dal sound pop ma con la chitarra marchio di fabbrica del gruppo irlandese e una spruzzata di dance, assicurata dal dj e produttore olandese. (La7)

La vicenda finirà nel nulla, ma – intanto – Bonaldi dovrà pagarsi un avvocato e la sua serenità andrà a farsi benedire. E dovrebbero capire che la questione non riguarda solo le dita di un bimbo chiuse in una porta, ma la concezione che loro hanno del loro agire politico (Tempi.it)

Una firma in calce, consegna del plico con aria sorniona (il contenuto loro lo conoscevano, l’avevano ricevuto per fax, vuoi che prima di imbustarlo non avessero dato uno sguardo? Mente lavava le stoviglie era scivolata sul pavimento bagnato causandosi un infortunio di media gravità, prognosi 90 giorni. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr