Italia a rischio paralisi, allarme anche per autotrasporto e mobilità in città

Italia a rischio paralisi, allarme anche per autotrasporto e mobilità in città
TG La7 INTERNO

cronaca. Anche gli autotrasportatori minacciano di fermarsi se il governo consentirà l'ingresso ai tir stranieri non in regola con il certificato verde, imposto invece alle imprese italiane.

Prefetto Trieste: sciopero non autorizzato, reato partecipare, non comporta arresto ma una denuncia per organizzatori

(TG La7)

Ne parlano anche altre fonti

Sono 11 gli autisti dei mezzi di Start a Cesena che oggi saranno assenti dal lavoro perché non provvisti green pass In difficoltà anche l’azienda Start Romagna con 99 dipendenti che oggi saranno. di Annamaria Senni. (il Resto del Carlino)

Come affermato dal direttore generale di Confetra sono tanti i driver non in possesso del certificato verde obbligatorio a partire da oggi. Il 30% circa degli autotrasportatori è senza il certificato verde. (Tom's Hardware Italia)

(FERPRESS) – Roma, 15 OTT – Green pass: Unatras lancia l’allarme: da oggi le imprese di autotrasporto straniere stanno sostituendo quelle italiane, con un effetto dirompente sull’economia del settore dei trasporti del nostro Paese. (ferpress.it)

Obbligo di Green Pass costerà all'autotrasporto 70 milioni - TrasportoEuropa

Dici Romania e parli del paradiso dei datori di lavoro, che trovano mano d’opera qualificata a prezzi stracciati. Romania, gli stipendi a +31%. Già, perché solo negli ultimi tre anni la paga base per gli autotrasportatori in Romania è cresciuta da 400 a 565 euro al mese, accompagnata da una indennità di trasferta di 68 euro al giorno per 22 giorni lavorativi. (https://vadoetornoweb.com/)

Non dovrebbero invece esserci ulteriori problemi nel mondo della scuola dove il Green pass è già al,l'ordine del giorno dalla ripresa delle lezioni in settembre Ora il decreto del governo è molto chiaro: l'autotrasportatore che arriva a scaricare merce in un'azienda deve avere il Green pass. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Una previsione considerata minima, che “determinerà un ulteriore elemento di crisi del settore”. “Mancheranno all’appello circa 80mila conducenti distribuiti su 98mila imprese iscritte all’Albo Nazionale degli Autotrasportatori”; spiega il segretario nazionale dell’associazione, Maurizio Longo. (TrasportoEuropa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr