Università, numero chiuso a Medicina: i non ammessi vincono il ricorso collettivo. «Svolta storica». Cosa cambia

Università, numero chiuso a Medicina: i non ammessi vincono il ricorso collettivo. «Svolta storica». Cosa cambia
ilmessaggero.it SALUTE

Il Consiglio di Stato si è recentemente espresso infatti su un gruppo di studenti che avevano fatto ricorso per essere ammessi in diverse facoltà italiane, dalla Sapienza all’Università della magna Grecia da Tor vergata dalla Bicocca di Milano a quella di Firenze.

Questi studenti potranno essere adesso regolarmente iscritti, mentre finora avevano frequentato le lezioni da iscritti “con riserva”.

LA SENTENZA - Una sentenza storica per chi vuole studiare Medicina

Presto avremo più medici in Italia grazie ad una vittoria legale storica: quella per un ricorso collettivo contro il numero chiuso negli accessi alla facoltà di medicina. (ilmessaggero.it)

Su altre testate

La sentenza. Una sentenza storica per chi vuole studiare Medicina. (L'Occhio)

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso collettivo presentato da un gruppo di studenti contro il numero chiuso negli accessi a diverse facoltà di Medicina italiane, dalla Sapienza all’Università della Magna Grecia, da Tor vergata alla Bicocca di Milano e all’Università di Firenze. (Nurse Times)

Lo sottolinea Consulcesi festeggiando "una sentenza storica", come la definisce Massimo Tortorella, presidente della società impegnata nella tutela dei diritti dei professionisti sanitari. Una vittoria per Consulcesi che ha sostenuto i ragazzi e le famiglie nel sogno di diventare medici". (OlbiaNotizie)

Università: Consulcesi, 'riammessi studenti Medicina con riserva, sentenza storica' | Il Sannio Quotidiano

Per il futuro auspichiamo tutti una soluzione legislativa strutturata, ma nel frattempo la strada migliore appare quella dei ricorsi” Una vittoria per Consulcesi che ha sostenuto i ragazzi e le famiglie nel sogno di diventare medici”. (Padova News)

Una vittoria per Consulcesi che ha sostenuto i ragazzi e le famiglie nel sogno di diventare medici". "Il Consiglio di Stato - spiega - ammette che il numero di posti per entrare a Medicina era inferiore al fabbisogno. (Adnkronos)

Lo sottolinea Consulcesi festeggiando “una sentenza storica”, come la definisce Massimo Tortorella, presidente della società impegnata nella tutela dei diritti dei professionisti sanitari. I legali della società fanno notare che “questa sentenza non è un caso isolato: molti ricorsi stanno seguendo la stessa strada. (Il Sannio Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr