Leica M11

Leica M11
Fotografia.it SCIENZA E TECNOLOGIA

Francesco Carlini. In primis appassionato di fotografia, dal 2008 faccio parte del team di Editrice Progresso, storica casa editrice italiana fondata nel 1894, e gestisco il sito www.fotografia.it.

Al lavoro redazionale e giornalistico nel corso degli anni ho affiancato il lavoro di prova dei prodotti e delle misurazioni di laboratorio riguardanti fotocamere, obiettivi e smartphone

(Fotografia.it)

Su altre testate

Può sembrare assurdo viste le molte caratteristiche tecnologiche (le vedremo poi) ma la Leica M11, come tutte le sorelle della stessa famiglia, non ha il fuoco manuale. Il risultato però è che il punta e scatta, almeno all’inizio, è al bando e a qualcuno può piacere (La scelta giusta)

Leica propone quindi la classica fotocamera a telemetro ma la equipaggia con importanti novità sul piano tecnico. Oltre a questo sensore, è doveroso rimarcare la presenza di un otturatore elettronico con velocità fino a 1/16000 di secondo e di una misurazione multi-zona dell’esposizione. (Tech4Dummies)

La nuova M11 continuerà questa tradizione con una tecnologia eccezionale, nel solco della nostra filosofia dal 1925.”. La Leica M11 sarà disponibile in tutto il mondo a partire dal 13 gennaio 2022 Leica M11 – Come va. (FotoNews.blog)

Leica M11, tante novità per accontentare i fotografi

Infatti, riprendendo il lavoro fatto su SL2 e Q2, anche Leica M11 incorpora adesso un software che è una delizia da usare per razionalità e semplicità, all’opposto a quello barocco e disfunzionale usato dai big delle reflex o delle mirrorless tradizionali. (macitynet.it)

Strutturalmente, la Leica M11 può essere scelta in un modello da 640 grammi, con finitura alta cromata di color argento e sezione superiore coperta in ottone, e una total black che, optando per una sezione superiore in alluminio alto-qualitativo, riduce il peso generale di 100 grammi e ne guadagna in resistenza ai graffi. (Fidelity News)

Le novità principali sono però quelle del sensore: Leica porta un nuovo sensore Cmos Bsi retroilluminato con tre risoluzione diverse: non si tratta di compressione ma di una tecnologia mutuata dal settore degli smartphone: il pixel binning. (Wired Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr