Secondo alcune fonti, un nordcoreano è stato condannato a morte per aver contrabbandato Squid Game

Secondo alcune fonti, un nordcoreano è stato condannato a morte per aver contrabbandato Squid Game
Più informazioni:
DR COMMODORE ESTERI

Questo sarebbe successo perché le autorità avrebbero sorpreso, appunto, alcuni studenti delle scuole superiori a vedere lo show “incriminato”; colpevole – secondo lo stato nordcoreano – di deviare e traviare il popolo del piccolo paese del nord-est asiatico.

Uno studente che avrebbe acquistato una copia sarebbe stato condannato all’ergastolo e altri sei rischierebbero i lavori forzati, mentre professori e presidi sarebbero stati licenziati e rischierebbero addirittura l’esilio. (DR COMMODORE)

La notizia riportata su altri giornali

Non si sa come le autorità abbiano scoperto questi sette ragazzi, ma la spiegazione più probabile, secondo la fonte di Radio Free Asia, è una soffiata anonima. «È cominciato tutto la scorsa settimana», ha detto a Radio Free Asia una fonte vicina alle forze dell’ordine della provincia di Nord Hamgyong, «quando uno studente ha comprato una di queste chiavette Usb e ha poi guardato la serie a scuola, in classe, assieme ai suoi amici». (Rivista Studio)

Il provvedimento ha principalmente lo scopo di impedire la diffusione di contenuti prodotti dalla Corea del Sud e dagli Stati Uniti E' stato scoperto dopo che le autorità hanno sorpreso alcuni studenti a guardare Squid game. (La Nuova Sardegna)

In Corea del Nord un uomo è stato condannato a morte per aver importato Squid Game illegalmente In Corea del Nord un uomo è stato condannato alla pena di morte per aver importato illegalmente nel Paese la serie Squid Game, violando una legge approvata lo scorso dicembre che vieta l’introduzione e la diffusione di materiale culturale. (Tv Fanpage)

 Pantheon Eventi: ecco i protagonisti della cultura contemporanea in Barbagia

Si tratta di uno studente che ha portato la serie trasmessa da Netflix dalla Cina dopo averla caricata su una chiavetta USB. Il provvedimento ha principalmente lo scopo di impedire la diffusione di contenuti prodotti dalla Corea del Sud e dagli Stati Uniti (Il Giornale di Vicenza)

La Corea del Nord non apprezza “Squid Games” (e nemmeno gli altri prodotti provenienti dai Paesi capitalisti). Le condanne, come abbiamo visto, sono durissime e prevedono anche la pena di morte (Il Fatto Quotidiano)

4 dicembre, ore 20,30. advertisement. Il 5 dicembre sarà la volta di Fabrizio Fontana. (Sardegna Reporter)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr