Coronavirus, in Val Seriana "110 polmoniti sospette" già nel 2019: i referti della Procura di Bergamo cambiano tutto

Coronavirus, in Val Seriana 110 polmoniti sospette già nel 2019: i referti della Procura di Bergamo cambiano tutto
Liberoquotidiano.it Liberoquotidiano.it (Salute)

Oms: "Il peggio deve ancora venire". In sostanza il 30 per cento in più.

I referti forniti dall’Ats e acquisiti dalla Procura, spiega Repubblica, parlano di 18 polmoniti registrate a novembre, 40 a dicembre e 52 a gennaio.

Se ne è parlato anche su altre testate

Prima dei due pazienti scoperti ad Alzano, curiosamente, erano fioccati i ricoveri con diagnosi in codice 486: «polmonite, agente non specificato». I dati rivelano un incremento di polmoniti «sconosciute» fin dallo scorso novembre, culminando tra gennaio e febbraio prima di quella tragica domenica 23, giorno dell’individuazione del primo caso di coronavirus in provincia di Bergamo (Il Primato Nazionale)

A fornire i dati - su richiesta del consigliere regionale di Azione Niccolò Carretta - sono stati l’Ats Bergamo e Asst Bergamo Est. Sono stati 110 i pazienti con polmoniti di cui non si conosceva la causa ricoverati fra novembre e gennaio scorso all’ospedale di Alzano Lombardo, ora al centro dell’inchiesta della Procura di Bergamo sulla gestione dell’emergenza Covid. (L'HuffPost)

Di certo l’impennata di contagi impressiona: nel 2018 i casi sono stati 196 in tutto, l’anno dopo 256, il 30% in più. Se fosse comparso a novembre, per le caratteristiche violente che ha, avrebbe provocato un disastro già a dicembre». (Il Messaggero)

Gli indicatori oggetto di analisi statistico-epidemiologica sono: i ricoveri nelle strutture ospedaliere pubbliche e private accreditate, con particolare attenzione alle diagnosi compatibili con la presenza di una polmonite virale o da agente sconosciuto le richieste di prestazioni diagnostico-strumentali quali RX torace e TC torace il consumo dei farmaci antibiotici utilizzati nelle complicanze batteriche di polmoniti virali e, infine, gli accessi in pronto soccorso con diagnosi “Covid-like”». (Corriere Bergamo - Corriere della Sera)

Stando ai dati, le polmoniti sono state 18 a novembre, per poi passare alle 40 di dicembre e altre 52 a gennaio. Stando ai dati, le polmoniti sono state 18 a novembre, per poi passare alle 40 di dicembre e altre 52 a gennaio. (Leggo.it)

(askanews) – Sono 110 le polmoniti sospette causate da un “agente non specificato” rilevate dalla Ats di Bergamo ad Alzano Lombardo tra novembre 2019 e febbraio 2020. A Novembre 2020 si contano 18 polmoniti con agente non specificato (stesso numero del 2018), ma a dicembre il dato schizza e si passa dalle 28 polmoniti sospette del 2018 alle 40 del 2019. (askanews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr