Green pass obbligatorio. Dai trasporti alle forze dell’ordine: i settori a rischio caos

Green pass obbligatorio. Dai trasporti alle forze dell’ordine: i settori a rischio caos
Sky Tg24 INTERNO

Uggè precisa di non aver ancora ricevuto risposta dal Ministero dell’Interno e dice che "se questo atteggiamento proseguirà e non uscirà un chiarimento, può succedere di tutto”

", è la posizione di Conftrasporto.

IPA/Fotogramma. "Se a inizio della pandemia, quando i morti erano 946 al giorno e il rapporto contagiati/tamponati oltre il 40%, noi per non fermare l'Italia abbiamo fatto il protocollo con il Ministero con il risultato che l'Italia non si è fermata, perché non andare avanti con quel protocollo oggi che i morti sono un decimo e il rapporto contagiati/tamponati allo 0,8%?

(Sky Tg24 )

Ne parlano anche altre testate

Recita una nota: "Start ringrazia il personale che, dotato di green pass, sta accettando turni di straordinario per garantire il massimo delle corse possibili. Il primo report sulle corse ha dato questo esito: Cesena su 117 turni, effettuati 106; Forlì su 99 turni, effettuati 83; Ravenna su 105 turni, 84 effettuati; Rimini su 219 turni, effettuati 182. (RavennaToday)

Dall’incontro, fanno sapere dalla Regione, sono in effetti emerse potenziali criticità a garantire il servizio legate all’entrata in vigore dell’obbligo e, in base alla ricognizione fatta stamani sentendo le varie aziende, è possibile che si possano creare disservizi che ad oggi non sono completamente prevedibili. (ValdarnoPost)

Venerdì 14 ottobre il sistema del trasporto pubblico locale, infatti, ha retto con disagi minimi per l’utenza, malgrado ben 156 dei 601 conducenti della Trieste Trasporti non abbiano prestato servizio. (Il Piccolo)

Green pass, trasporto pubblico: 106 conducenti sprovvisti di certificato verde, altri 50 in malattia

L’impennata di certificati di malattia nelle ultime ore sarà oggetto lunedì di un esposto alla Procura della Repubblica al fine di verificarne la regolarità, come Trieste Trasporti auspica. Oggi tutte le principali fermate in città erano presidiate da personale di Trieste Trasporti e non si sono rilevate criticità significative. (TriestePrima)

Il presidio No Pass. Diverse centinaia di persone, gli orgnaizzatori parlano di un migliaio, si sono radunate a Firenze in piazza Santa Maria Novella per il presidio contro il Green Pass. Detto questo, il primo cittadino si sofferma sulla giornata odierna in cui esordisce l'obbligo del Green Pass per accedere ai luoghi di lavoro. (La Repubblica Firenze.it)

Lo stesso avverrà nei prossimi giorni per garantire il miglior servizio possibile e per prevenire eventuali situazioni di assembramento. È stato un lavoro ininterrotto, durato tutta la notte, quello dei tecnici di Trieste Trasporti per riorganizzare i turni e tamponare le assenze dei 106 conducenti che, sprovvisti di green pass, non hanno potuto prendere servizio oggi, venerdì 15 ottobre. (Il Piccolo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr