McLaren vende parte della sua collezione per risolvere i problemi della Artura

La Stampa ECONOMIA

Quello delle supercar non è un business semplice: i costi di sviluppo sono alti e i clienti, che spendono tanti soldi, sono esigenti. Ne sa qualcosa la McLaren che sta vendendo una parte della sua collezione di modelli d'epoca in cambio di una liquidità necessaria a stabilizzare il bilancio e a sistemare i difetti di gioventù della Artura. Durante il report sugli utili del terzo trimestre, i vertici della Casa britannica hanno detto di essere “in trattative attive con tutti gli azionisti in merito a una ricapitalizzazione del gruppo". (La Stampa)

Su altre testate

La storica casa di Woking, dopo aver messo in vendita due anni fa la celebre sede, è stata ora costretta a vendere parte della storica collezione Heritage esposta proprio in fabbrica, per far fronte agli ingenti costi di progettazione della Artura. (ilGiornale.it)

Si è svolta quest’oggi a Roma, presso l’Holiday Inn – Eur Parco Dei Medici, la riunione delle Società partecipanti al Campionato di Serie D 2022/2023 della Lega Nazionale Dilettanti. (seriea24.it: Notizie dallo Sport Italiano – INVIACI I TUOI COMUNICATI STAMPA)

La delicatezza della situazione finanziaria di McLaren traspare da una dichiarazione diramata durante il report sugli utili del terzo trimestre, nella quale si dice che McLaren “è in trattative attive con tutti gli azionisti in merito a una ricapitalizzazione del gruppo". (AlVolante)

Il marchio inglese ha annunciato la vendita di una parte della sua collezione di auto storiche per cercare di finanziare alcune migliorie tecniche ad Artura, la supercar plug-in hybrid che ha rallentato il suo lancio commerciale negli ultimi mesi tra crisi dei chip e problemi relativi a powertrain e software riscontrati anche durante le prime prove della stampa internazionale. (FormulaPassion.it)

Secondo quanto riportato in rete, McLaren aveva bisogno di finanziamenti in seguito alle modifiche tecniche apportate ad Artura; problemi che hanno innescato ritardi nelle consegne in un momento molto delicato per l'azienda. (Tom's Hardware Italia)

Il valore di mercato delle Vespe da restaurare è poi in costante ascesa”, spiega Denys Maiorino. A soli 13 anni infatti Denys Maiorino passava lunghe ore in garage a montare smontare motori e carrozzerie. (Sardegna Reporter)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr