Copasir, Urso presidente: si sblocca lo stallo ma la Lega non vota

Copasir, Urso presidente: si sblocca lo stallo ma la Lega non vota
il Giornale INTERNO

Al neo-presidente il compito di proseguire la linea bipartisan e cauta tenuta sinora in una fase decisiva per il rilancio del Paese

A Palazzo San Macuto erano assenti i componenti dimissionari della Lega, l'ex presidente Volpi e Paolo Arrigoni.

Urso è stato eletto presidente del Copasir dopo che nelle scorse ore si era formalizzato l'accordo politico per la sua elezione.

Urso, assieme a Volpi, ha contribuito a plasmarne l'attività e a trasformare in senso propositivo e "interventista" il comitato di Vigilanza. (il Giornale)

La notizia riportata su altri media

“Congratulazioni e buon lavoro da me e da Fratelli d’Italia ad Adolfo Urso – ha detto il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni -, neo presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica. (LA NOTIZIA)

Per questo l’attenzione alla Cina - ha detto Urso a un dibattito do Fratelli d’Italia con il sottosegretario autorità delegata Franco Gabrielli - non solo economica, è soprattutto una guerra di civiltà Adolfo Urso, senatore di Fratelli d’Italia, romano di genitori siciliani, classe 1957, conquista la presidenza del Copasir, il comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica. (Il Sole 24 ORE)

La guida del comitato per la sicurezza va a Fdi, unica forza d'opposizione. Assenti al voto i leghisti Raffaele Volpi e Paolo Arrigoni. Il ritorno all'operatività permette l'avvio della nuova agenzia di cybersecurity e il controllo del cloud di Stato, vero cuore del Recovery plan. (La Verità)

Affidabilità e capacità di incidere: doppio risultato di FDI su Roma e COPASIR.

La leader di FdI ha comunque mandato oggi un messaggio di pace all’“alleato-avversario”: “Speriamo che torni presto a collaborare in un comitato delicato”. Lo indica la legge 124 del 2007, che prevede anche una composizione paritaria tra membri di maggioranza ed opposizione. (L'Opinione)

Già da vicepresidente del Copasir, il senatore Urso aveva dimostrato capacità e competenza e siamo certi che saprà ricoprire questo importante e delicato incarico allo stesso modo, sempre nell’interesse della Nazione e degli italiani». (Open)

Per ottenere tutto ciò è stato necessario del tempo: in parte più di quello che era necessario. Parliamo, ovviamente, dell’indicazione di un esponente di Fratelli d’Italia, il senatore Adolfo Urso, alla presidenza del Copasir e di quella del professor Enrico Michetti come candidato sindaco di Roma a nome di tutto il centrodestra. (La Voce del Patriota)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr