Terza dose del vaccino anti-Covid, via alle prenotazioni per gli over 60

Terza dose del vaccino anti-Covid, via alle prenotazioni per gli over 60
LeccePrima SALUTE

È possibile ricevere la dose aggiuntiva anche presentandosi, senza prenotazione, in una delle sedi vaccinali pugliesi nelle giornate e negli orari indicati in calendario.

– La Puglia è pronta per la somministrazione della terza dose del vaccino contro il Covid-19.

Condizione indispensabile, però, è questa: per prenotare la terza dose di richiamo del vaccino anti-Covid è necessario che siano trascorsai almeno sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale. (LeccePrima)

Ne parlano anche altri giornali

Da oggi pomeriggio le persone nate prima del 31 dicembre 1961 (over 60) possono prenotare la terza dose di richiamo del vaccino anti-Covid purché siano passati almeno sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale. (BariToday)

(TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA). 6:56 - In Sicilia 304 i nuovi positivi su 17.276 tamponi. Sono 304 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore nell'isola a fronte di 17.276 tamponi processati in Sicilia. (Sky Tg24 )

Morto in pneumologia dopo il contagio. PORDENONE. Penna prolifica, ha scritto negli anni Ottanta l’inno della Pordenonepedala, del Pordenone calcio, persino quello per la corsa degli asini a Porcia (Il Messaggero Veneto)

Aggiornamento Coronavirus 14/10. Nel modenese 23 nuovi casi, in Emilia-Romagna 196 e 3 decessi

Una abilità che ha mantenuto negli anni: sapeva aggiustare tutti gli strumenti a corda e lo faceva per gli amici. Penna prolifica, ha scritto negli anni Ottanta l’inno della Pordenonepedala, del Pordenone calcio, persino quello per la corsa degli asini a Porcia. (gelocal.it)

Con il termine “Asma grave” o “Asma severo” (Severe Asthma) si fa riferimento a una forma di asma che colpisce un gruppo piuttosto eterogeneo di pazienti, accomunati però da una pessima qualità di vita e da sintomi molto frequenti Caso per caso lo specialista può indicare questi “proiettili” intelligenti che vanno a colpire un punto chiave lungo il percorso che porta alla malattia. (DiLei)

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 4 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri); 1 a Parma (invariato); 3 a Modena (+1); 15 a Bologna (-1); 2 a Imola (invariato); 2 a Ferrara (-1); 4 a Ravenna (invariato); 2 a Forlì (-1); 2 a Cesena (invariato), 1 a Rimini (-2). (SulPanaro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr