Treni al 100% dei posti, Speranza firma ordinanza sull'obbligo di distanziamento

Treni al 100% dei posti, Speranza firma ordinanza sull'obbligo di distanziamento
Sky Tg24 Sky Tg24 (Interno)

"È giusto che sui treni restino in vigore le regole di sicurezza applicate finora”, ha spiegato Speranza.

Le condizioni per viaggiare al 100% e la contrarietà del Cts. Il ritorno del “pieno carico” sui treni era stato previsto sulla base delle condizioni poste dal Dpcm del 14 luglio.

Su altri giornali

Resta sulle Frecce e gli Intercity il distanziamento e il limite del 50% di posti da occupare a scacchiera. L'ordinanza è stata emessa alla luce del nuovo quadro epidemiologico e in attesa di ulteriori approfondimenti scientifici da parte del Comitato Tecnico Scientifico. (FS News)

Viene così ripristinato il distanziamento interpersonale di almeno un metro, caduto da ieri sui treni ad Alta Velocità che sono tornati a viaggiare a pieno carico. "È giusto che sui treni restino in vigore le regole di sicurezza applicate finora - spiega il ministro - Non possiamo permetterci di abbassare il livello di attenzione e cautela. (Ferrovie.info)

editato in: da. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato l’ordinanza che annulla la possibilità per le compagnie ferroviarie di tornare a riempire i treni. “È giusto che sui treni restino in vigore le regole di sicurezza applicate finora – ha spiegato il ministro Speranza – Non possiamo permetterci di abbassare il livello di attenzione e cautela. (QuiFinanza)

Sui treni prudenza fra i passeggeri. E già stamattina i passeggeri delle lunghe percorrenze erano partiti senza distanziamento. Speranza: «No all’allentamento delle misure sui treni». (Il Sole 24 ORE)

Una notizia che ha messo in allarme subito il comitato tecnico-scientifico. Non possiamo permetterci di abbassare il livello di attenzione e cautela».«Per questo - continua - ho firmato un'ordinanza che ribadisce in tutti i luoghi chiusi, aperti al pubblico, compresi i mezzi di trasporto, è e resta obbligatorio sia il distanziamento di almeno un metro, che l'obbligo delle mascherine. (Leggo.it)

Già questa mattina la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, aveva inviato una lettera alle compagnie per “tornare alle misure precedenti”. “Stupisce un po’, per non dire che sconcerta, la decisione assunta di porre fine al distanziamento sui treni. (Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr