Vietato archiviare i dati sul green pass Colamussi (Asstra):«Trasporti a rischio»

Vietato archiviare i dati sul green pass Colamussi (Asstra):«Trasporti a rischio»
Corriere del Mezzogiorno INTERNO

Nonostante i tanti casi portati al tavoli resta il divieto di conservazione dei dati sul green pass, quindi è ipotizzabile che il servizio possa subire annullamenti di corse o disfunzioni.

Intanto Fim, Fiom e Uilm hanno incontrato Acciaierie d’Italia per affrontare il nodo green pass.

Mentre per tutti coloro che hanno il green pass provvisorio, ovvero a seguito di esecuzione tampone, entreranno da un altro varco

Il decreto, tra l’altro, prevede la possibilità in capo alle aziende di chiedere 48 ore prima il green pass, ma solo nei servizi in cui è indispensabile organizzare i turni. (Corriere del Mezzogiorno)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Internet (altro) Green pass, cosa cambia per aziende e dipendenti: dai tamponi agli orari, tutti i punti chiave. Il decreto legge 21 settembre regola le norme che scatteranno da venerdì 15 ottobre per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante il green pass. (Notizie - MSN Italia)

Domenica 10 Ottobre 2021, 23:48. Ancora pochi giorni per le aziende e le amministrazioni pubbliche che devono prepararsi all’avvio del green pass obbligatorio in tutti i luoghi di lavoro. La verifica del Green pass va fatta tutti i giorni visto che per tutelare la privacy, il datore non può tenere un registro dei Green pass. (ilmessaggero.it)

È l'appello che sta circolando in queste ore, a margine dello sciopero generale di ieri mattina indetto dai sindacati di base. Atm ha allertato il personale di scorta, già formato, che dovrebbe essere pronto a scendere in campo (ilGiornale.it)

Green Pass, 3 milioni i lavoratori senza. Pubblico impiego a rischio paralisi

Privi di carta verde risulterebbero, dunque, 2,2 milioni di lavoratori dipendenti dei comparti privati" Le stime del governo parlano di poco meno di due milioni e mezzo di persone, la maggior parte (2,2 milioni) lavoratori privati e il resto (250mila) del settore pubblici. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

“Siamo pronti alla ‘prova’ del Green Pass obbligatorio, implementando il servizio in tutti i giorni della settimana e avvalendoci di professionisti esterni all’azienda, in questo modo cercheremo di evitare sopraffollamenti e ripercussioni negative sull’attività ordinaria: le farmacie infatti devono continuare ad erogare e garantire anche tutti gli altri servizi”. (streamingworldtv.it)

Di questi lavoratori senza certificato verde, due milioni e mezzo sono dipendenti: 344 mila nel pubblico e 2,2 milioni nel privato ono 3,3 milioni i lavoratori italiani senza neanche una dose di vaccino che da venerdì 15 ottobre dovranno procurarsi il Green Pass per lavorare. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr