Omofobia e ddl Zan, Barbara Masini (Forza Italia) si commuove in Aula: "Un peccato se questa legge non passa"

La Repubblica INTERNO

Ieri Masini, non ha partecipato al voto che chiedeva la sospensiva della legge in Aula, richiesta appoggiata anche da Fi.

Ma non tutti sono costretti ad avere paura per una società immatura".

Così Barbara Masini, senatrice di Forza Italia, intervenendo in Aula non nasconde la sua commozione, dietro la mascherina, spiegando che "sarebbe un peccato se questa legge non passasse".

"Quando capì di me, mia madre mi disse ho paura per te, è comprensibile, i genitori è normale si preoccupino. (La Repubblica)

Su altre testate

Nel suo intervento ha parlato di sua madre, della sua omosessualità: si può dire che di coraggio ne abbia avuto abbastanza. Oltre alla Lega c’è anche il suo partito che è molto contrario alla legge Zan (Corriere della Sera)

Al suo fianco, in realtà, c’è sempre stato Elio Vito, deputato di Forza Italia, “pecora nera” dei forzisti alla Camera. La senatrice di Forza Italia è andata in aula, al Senato, e ha raccontato la sua storia, la sua esperienza personale. (Open)

Ddl Zan, voto in Senato il 13 luglio «Quando capì di me mia madre mi disse: "Ho paura per te" — ha detto in Aula —. (Notizie - MSN Italia)

Per chi se lo fosse perso o avesse voglia di riascoltarlo, qui trovate il video integrale del mio intervento di stamani. Ieri Masini, non ha partecipato al voto che chiedeva la sospensiva della legge in Aula, richiesta appoggiata anche da Forza Italia. (neXt Quotidiano)

Grazie a Barbara Masini, grazie alla forza lesbica di sparigliare le carte Barbara non ha parlato solo per me, ha parlato per tante e tanti. (GayNews)

Ddl Zan, discussione prosegue ma strada in salita. Lo dice un senatore del Pd, Tommaso Cerno, che ha chiesto altro tempo e ha individuato ben tre correnti all'interno dello stesso Partito Democratico APPROFONDIMENTI ROMA Foto SENATO Il ddl Zan avanti per un solo voto: «Accordo o salta» ROMA Lello Ciampolillo, il senatore che salva il ddl Zan: ecco chi. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr