Esplosione Roma, proprietario di uno degli appartamenti: «Per fortuna tutti vivi»

Esplosione Roma, proprietario di uno degli appartamenti: «Per fortuna tutti vivi»
Il Messaggero INTERNO

La dinamica non la conosco».

«Grazie a Dio siamo tutti vivi, ci sono solo due feriti: mio cognato e mia cognata.

A chi gli chiede se i soccorsi sono stati tempestivi, Antonino ha spiegato che «sono arrivati dpo una mezz'ora»

Lo dice Antonino, proprietario di uno degli appartamenti esplosi nella palazzina a Roma, in zona Tor Bella Monaca, che al momento dello scoppio era al lavoro ed è stato avvertito dalla fidanzata del figlio. (Il Messaggero)

La notizia riportata su altri giornali

La nota della Regione: “L’esplosione di questa mattina avvenuta in una palazzina in via Atteone ha provocato il ferimento di tre persone a causa dell’incendio divampato. Lo scrive in una nota l’assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato (TerzoBinario.it)

Due ragazzi si fanno strada tra vigili del fuoco, agenti della municipale e vicini di casa: portano via vestiti, serviranno fino a quando si dovrà dormire fuori casa. Dietro di loro, le mura continuano a fumare. (Il Fatto Quotidiano)

Nessun guasto delle condutture del gas, cade l’ipotesi dell’incidente per l’esplosione a Torre Angela, che nella prima mattinata di martedì ha gravemente danneggiato una palazzina e ferito tre persone. (Corriere della Sera)

La tragedia di Torre Angela: è morto l'uomo che viveva all'interno dell'appartamento sventrato da un'esplosione

Un’esplosione probabilmente causata da una fuga di gas ha pressoché distrutto una palazzina. A quanto pare il ferito grave viveva da tempo nella palazzina, unico inquilino, gli altri sarebbero tutti imparentati (ilmessaggero.it)

Esplosione a Roma, collassa palazzina a Torre Angela. "Mi sono alzato, ho preso il caffè, mi sono acceso una sigaretta ed è esploso tutto", aveva detto a caldo ai soccorritori che lo avevano estratto, in gravissime condizioni, dalle macerie della palazzina in via Atteone 136 a Torre Angela, andata a fuoco martedì mattina. (Repubblica Roma)

I sanitari del 118 dopo l’esplosione e l’incendio dello scorso 14 settembre, lo avevano portato con urgenza al centro Grandi Ustionati dell’Ospedale Sant’Eugenio. Mario De Cave, l’uomo di 67 anni rimasto gravemente ferito nell’esplosione del suo appartamento in via Atteone a Torre Angela, è morto. (L'agone)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr