Politici e VIP possono violare le regole di Facebook: la moderazione non vale per tutti

Politici e VIP possono violare le regole di Facebook: la moderazione non vale per tutti
Tech Fanpage SCIENZA E TECNOLOGIA

Politici e VIP possono violare le regole di Facebook: la moderazione non vale per tutti Nel mirino dell’ultimo reportage del The Wall Street Journal è finito un sistema di revisione delle segnalazioni che protegge gli utenti di Facebook aggiunti in una speciale lista.

Innanzitutto i dipendenti del gruppo possono aggiungere tutti i nomi che vogliono a questa lista, che rischia così di crescere in modo poderoso

Questi politici, influencer, organizzazioni e VIP non vengono espulsi o moderati in automatico neppure in presenza di segnalazioni di massa. (Tech Fanpage)

Se ne è parlato anche su altre testate

Facebook usa regole di moderazione diverse per gli utenti VIP con XCheck. Il Wall Street Journal ha rivelato alcune informazioni contenute in documenti interni che parlano del programma preferenziale di moderazione per i VIP, usato sia su Facebook che su Instagram. (Tech Princess)

Come chiarito nell’articolo, gli utenti di solito non sono consapevoli di ricevere un trattamento speciale su Facebook. I post degli utenti contrassegnati per XCheck dovrebbero quindi essere indirizzati a una serie di moderatori più preparati per garantire che le regole di Facebook vengano applicate correttamente. (TIMgate)

Esistono realmente le liste VIP di Facebook, o per lo meno, questo è quanto emerso nelle scorse ore sulle pagine del Wall Street Journal, autorevole quotidiano economico-finanziario degli Stati Uniti d’America. (Computer Magazine)

Regole uguali per tutti? Facebook sotto la lente

— Oversight Board (@OversightBoard) September 13, 2021. Facebook ha dichiarato che il report del WSJ è basato su vecchie informazioni. Facebook ha sviluppato un sistema che consente di applicare un trattamento speciale a molti utenti di alto profilo (politici, giornalisti e VIP in generale). (Punto Informatico)

Lo ha rivelato il Wall Street Journal. Ieri, lunedì 13 settembre, il WSJ ha descritto un programma di Facebook, noto come “controllo incrociato” o “XChech“, che “protegge milioni di utenti VIP dal normale processo di revisione della società”. (BlogSicilia.it)

Secondo il quotidiano, infatti, la società avrebbe creato in privato un programma, "Xcheck", che esenta milioni di celebrità da alcune o da tutte le regole, un privilegio di cui molti abusano. Nel descrivere il sistema, scrive poi il Wsj, Facebook ha fuorviato non solo l'opinione pubblica ma anche il suo Oversight Board, un organismo che la piattaforma social ha creato per garantire la responsabilità della compagnia nel far rispettare le sue regole (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr