Open Day, allarme AstraZeneca Ora il Cts rivede le fasce d’età

Quotidiano.net INTERNO

Stavolta a offrire il casus belli su AstraZeneca è la somministrazione del siero (insieme a quello monodose Johnson&Johnson) in occasione degli Open day vaccinali per giovani e giovanissimi, organizzati con successo da varie Regioni in queste ultime settimane.

Ma facciamola con altri vaccini e non con AstraZeneca, se ne abbiamo a sufficienza, come pare".

di Giovanni Panettiere Il vaccino AstraZeneca torna sotto i riflettori del dibattito scientifico, con la possibilità concreta che possa essere rivista la fascia di somministrazione. (Quotidiano.net)

Ne parlano anche altri giornali

Una donna di 34 anni vaccinata lo scorso 27 maggio con la prima dose di Astrazeneca è ricoverata presso l'Ospedale Policlinico San Martino di Genova dove sono in corso accertamenti. Per verificare la causa del basso livello di piastrine nel sangue ed evitare comunque un aggravamento delle sue condizioni, è stata avviata la terapia e sono in corso ulteriori esami» (La Stampa)

Una donna di 34 anni vaccinata lo scorso 27 maggio con la prima dose è stata ora ricoverata presso l'Ospedale Policlinico San Martino del capoluogo ligure dove sono in corso accertamenti. Permanendo la situazione di basso livello ematico di piastrine nel sangue, la paziente necessita di monitoraggio presso la terapia intensiva». (ilmattino.it)

Sollecitazioni che hanno spinto il Cts a valutare una nuova strategia, in particolare dopo la trombosi della ragazza 18enne di Genova. Nuova tempesta sul vaccino AstraZeneca per i casi di trombosi registrati in alcune giovani donne dopo gli “open day” organizzati a livello locale. (Il Fatto Quotidiano)

Coronavirus, Viola: «Vaccini, non utilizzare AstraZeneca sui giovani»

Perplessità su AstraZeneca anche da parte di Massimo Galli, direttore di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano: “Se si può completare la campagna di vaccinazione con altri sieri, meglio evitarlo, soprattutto in determinate fasce d’età” LEGGI ANCHE => AstraZeneca, stop definitivo in Danimarca (che blocca anche J&J). (Periodico Italiano)

Nuova tempesta sul vaccino AstraZeneca per i casi di trombosi registrati in alcune giovani donne dopo gli “open day” organizzati a livello locale. Intanto le Regioni continuano a muoversi in ordine sparso, tra chi mantiene gli open day e chi li cancella dopo i dubbi sollevati da sempre più esperti. (Il Fatto Quotidiano)

Nei più giovani il pericolo di avere conseguenze gravi a causa del Covid è invece molto basso. «È sbagliatissimo proporre questi vaccini ai giovani, specialmente alle donne. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr