Condividevano materiale pedo-pornografico sul web: sgominata in Germania rete Darknet da 400 mila adepti

Condividevano materiale pedo-pornografico sul web: sgominata in Germania rete Darknet da 400 mila adepti
Minformo ESTERI

A tal proposito, sono sempre di più coloro che approfittano di questa voglia di partire, per tendere delle truffe ai danni delle ignare vittime.

Dopo aver notato questa serie di strani annunci, la redazione, si è finta interessata allo scambio tra bonus e contanti, iniziando una conversazione con il truffatore.

Dunque, l’invito, è quello di non fidarsi di queste vantaggiose offerte, in quanto si tratta in realtà, solo di tentativi di ottenere dati sensibili della persona con conseguenze spesso pericolose

Quest’ultimo, dopo essersi accorto dell’inganno, è improvvisamente sparito cancellando il falso account dal web. (Minformo)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Su Boystown uno scambio mondiale di registrazioni di abusi su minori. “Boystown”: una piattaforma di 400.000 membri. La piattaforma, disponibile ovviamente solo sul darkweb, aveva più di 400.000 membri e su di essa circolavano filmati e contenuti relativi a gravi abusi sessuali su bambini, anche molto piccoli. (il Mitte)

Come funzionava la rete Boystown. La rete Boystown contava 400mila adepti, provenienti da ogni parte del mondo. 400mila: è questo il numero degli iscritti alla più grande piattaforma internazionale di scambio di materiale pedopornografico. (greenMe.it)

Esistono ancora altre reti simili e naturalmente gli investigatori intendono mantenere riservati gli strumenti che gli hanno permesso di ottenere questo risultato" "La polizia non rivelerà come sia stata capace di infiltrare questa rete individuandone gli amministratori e i partecipanti. (Notizie - MSN Italia)

Smantellata rete globale di pedofili - TVS tvsvizzera.it

Un grande successo investigativo di cui il governo tedesco e in particolare il ministro dell'Interno Horst Seehofer si sono detti molto soddisfatti. Il quarto arrestato era invece uno 'user' particolarmente operativo: aveva postato ben 3. (laRegione)

Gli imputati, come riferisce l’emittente radiotelevisiva “Ard”, sono già stati arrestati a metà aprile, in seguito alla perquisizione delle loro abitazioni. (Photo by Sean Gallup/Getty Images). Si tratterebbe, secondo la polizia tedesca, della più grande piattaforma pedopornografica del mondo. (L'HuffPost)

Per quanto riguarda l'uso a fini privati, è consentito solo utilizzare un collegamento ipertestuale a un contenuto specifico e di aggiungerlo al proprio sito web o a un sito web di terzi. Il contenuto del sito web presso swissinfo. (tvsvizzera.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr