La Nasa "parla piemontese": Torino vola nello spazio per deviare un asteroide

La Nasa parla piemontese: Torino vola nello spazio per deviare un asteroide
TorinOggi.it SCIENZA E TECNOLOGIA

Torino vola nello spazio per deviare un asteroide di 170 metri di diametro, lontano 10 milioni di chilometri.

Si tratta dell'azienda torinese Argotec, una delle società leader dell’aerospazio con sede in via Cervino.

La Argotec, infatti, partecipa con alla missione condotta dalla Nasa con il micro satellite LiciaCube, che filmerà lo schianto tra il razzo e l’asteroide, per misurarne gli effetti e capirne l’efficacia. (TorinOggi.it)

Su altre fonti

La Nasa ha, infatti, lanciato oggi una navicella spaziale che tenterà di deviare l’orbita di un asteroide che gravita nei pressi del nostro pianeta. La navicella incontrerà il “nostro” asteroide Dimorphos tra circa 11 mesi – nel prossimo ottobre -contro il quale andrà letteralmente a schiantarsi. (ViViCentro)

vino (Argotec): LICIACube una vera sfida tecnologica. TOP VIDEO. Avino (Argotec): LICIACube una vera sfida tecnologica. Roma, (askanews) - 'Argotec ha costruito LICIACube, un satellite di altissima tecnologia, grande 30x20x10 cm, agganciato alla sonda DART della Nasa andrà a catturare una serie di immagini fotografiche dell'impatto che questa sonda, di circa 450 kg, andrà a creare su un asteroide a 11 milioni di km dalla terra. (TIMgate)

Dart (Double Asteroid Redirection Test) sarà un banco di prova per valutare la capacità di deviare un asteroide potenzialmente pericoloso. L'importanza di Dart Dart è una missione di protezione planetaria in quanto servirà a testare su un asteroide non pericoloso, in questo caso Dimorphos, la possibilità di deviare un grande oggetto roccioso eventualmente pericoloso per la Terra colpendolo con una sonda lanciata a grande velocità. (Tuttosport)

Lanciata con successo la missione DART per difendere la Terra dagli asteroidi

Obiettivo della missione DART (Double Asteroid Redirection Test), raggiungere nell'autunno del prossimo anno il sistema binario composto dall'asteroide Didymos e dal suo satellite Dimorphos e far impattare ad alta velocità contro quest'ultimo la sonda americana. (LiberoQuotidiano.it)

Inviare una sonda spaziale contro un asteroide per studiare gli effetti cinetici dell'impatto di un veicolo spaziale contro un asteroide. L'obiettivo è quello di colpire Dimorphos per alterarne il periodo orbitale attorno a Didymos e misurare dalla Terra la variazione indotta dall'impatto. (NapoliToday)

La missione DART è nata dalla collaborazione internazionale tra la NASA, l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Il bersaglio sarà il più piccolo dei due asteroidi, Dimorphos, che ha un diametro di circa 60 metri e orbita attorno a Didymos, l’asteroide più grande, con un diametro di 780 metri (FocusTECH)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr