In Sicilia nasce l’asse Pd-M5S con il “modello Caltagirone”. Ma i cittadini sono… più distanti dalle urne

In Sicilia nasce l’asse Pd-M5S con il “modello Caltagirone”. Ma i cittadini sono… più distanti dalle urne
Tempo Stretto INTERNO

Una calo generalizzato, che non esclude nemmeno Caltagirone, la città presa a modello dall’asse Pd-M5S, dove la percentuale dei votanti si è fermata al 58, 42

Sentiremo sicuramente parlare, e tanto, del modello Caltagirone.

Scettico l’assessore regionale forzista Marco Falcone: “Caltagirone è uno dei 42 Comuni al voto, alle Regionali sarà tutta un’altra partita.

E già si parla del “Modello Caltagirone”. (Tempo Stretto)

Ne parlano anche altri giornali

Polemiche che, in questi giorni, hanno riguardato il dialogo tra le forze del Partito Democratico e il candidato sindaco Chies. Continuano le polemiche in città in vista del ballottaggio tra Fabio Chies e Piero Garbellotto, previsto domenica 17 e lunedì 18 ottobre. (Qdpnews)

È la posizione che il segretario comunale Pd Pistoia Walter Tripi ha ricordato di aver spiegato" sia alle singole forze politiche che, soprattutto, in un primo Tavolo politico convocato nelle scorse settimane". (LA NAZIONE)

“Faccio un appello alle donne elettrìci: diamo un segnale forte a favore del rinnovamento – ha aggiunto – di un nuovo modo di fare politica a livello locale, andando a votare e sostenendo con forza il nostro candidato Garbellotto”. (Qdpnews)

O con Festa o nel Pd, l'assunto a cui vanno inchiodati Petitto e D'Agostino

Scrive il Pd chiusino:. “L’Unione Comunale PD di Chiusi esprime la propria convinta soddisfazione per i risultati elettorali ottenuti nelle Suppletive dalla Coalizione ConLetta e nelle Elezioni Amministrative di Chiusi dalla lista CENTRO SINISTRA per CHIUSI con GIANLUCA SONNINI SINDACO. (Prima Pagina Chiusi)

"Si poteva 'fare meglio' - prosegue Lavagetto - sul caso Svoltare, sul regolamento disabili e anziani, entrambi magnifici assist alla Lega, sul mall di Baganzola, ancora sotto sequestro per inadempienze amministrative. (La Repubblica)

L’ipotesi di un accordo unitario, seppur con sfumature diverse, viene richiamata a gran voce. Si avvicina inesorabile il congresso provinciale del Partito democratico. (Orticalab)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr