A2A aggiorna piano 2021-2030, quadruplicati punti ricarica elettrica (24mila)

Adnkronos ECONOMIA

durante la notte) sia rapida (simile a quella delle stazioni di rifornimento tradizionali).

Per favorire l’adozione di questo modello di mobilità sostenibile, A2A nel suo aggiornamento al Piano Industriale 2021-2030 ha quadruplicato l’installazione di infrastrutture previste rispetto al precedente piano: 24 mila punti di ricarica elettrica al 2030 con un focus sulla bassa potenza (fino a 7kW) e sull’alta potenza (oltre 50 kW), per favorire sia una modalità di erogazione lenta (ad. (Adnkronos)

Su altre testate

Infine salgono le assunzioni previste in arco piano: 7mila per un totale di 15mila dipendenti a fine 2030. com-che. (RADIOCOR) 28-01-22 08:02:43 (0086)NEWS,ENE,UTY 3 NNNN L'Ebitda arrivera' a 2,9 miliardi (nel precedente piano era indicato oltre 2,5 miliardi) e l'utile netto, in crescita del 9% medio annuo, attorno a 780 milioni. (Il Sole 24 ORE)

C’è però un nodo da considerare: la centrale è considerata strategica per la sicurezza energetica e se Terna chiede di avviare la produzione A2A è obbligata a riattivarla come è successo poco tempo fa Confermato anche per Monfalcone, come per gli altri due impianti, la cessazione dell’uso del carbone dal 2025. (Il Piccolo)

Salvatore Di Sarno (sindaco Somma Vesuviana): “Il Ministero ha concesso l’autorizzazione alla ZTL del Casamale. Andiamo a tutelare – ha dichiarato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana, nel napoletano – il patrimonio culturale che vede protagonista la cinta muraria degli Aragonesi (Sardegna Reporter)

A supporto della transizione energetica, ricorda A2A, "sono stati acquisiti portafogli di impianti di generazione da fonti rinnovabili, consentendo di anticipare di due anni gli obiettivi di incremento nella generazione di energia green previsti nel Piano. (Adnkronos)

"L'aggiornamento del Piano - spiega il Manager - prevede di anticipare di 10 anni l'obiettivo comune di emissioni zero, ampliare ulteriormente la nostra presenza in Italia e stabilire nuovi e ancora più ambiziosi target di business" Il Mol atteso a fine Piano è di circa 2,9 miliardi di euro, pari ad oltre 2 volte la media degli ultimi anni. (La Repubblica)

Il gruppo presieduto da Marco Patuano punta a 18 miliardi di investimenti in 10 anni (+2 miliardi rispetto al piano precedente), di cui 7 per l'economia circolare e 11 per la transizione energetica. Il business plan rafforza con ulteriori due miliardi di investimenti, l'impegno verso la decarbonizzazione, in anticipo rispetto agli obiettivi previsti da COP26. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr