Al lavoro solo con il green pass

RSI.ch Informazione INTERNO

La misura, adottata per decreto, vale sia nel settore pubblico che in quello privato e non più solo in ambiti considerati a rischio come l'istruzione e la sanità.

Ad Ancona, il sit-in di 200 operai e un camion fermo hanno di fatto bloccato l'accesso alla zona del porto.

Il green pass è obbligatorio sui luoghi di lavoro da oggi, venerdì, in Italia.

Giovedì 55 dipendenti, di cui 37 macchinisti e capitreno, avevano comunicato all'azienda di non avere il green pass. (RSI.ch Informazione)

Se ne è parlato anche su altre testate

"Il governo del banchiere Draghi insieme a Confindustria e alle burocrazie dei sindacati confederali, implementano il ricatto occupazionale e potenziano il raggio d’azione dello sblocco dei licenziamenti, introducendo il green-pass obbligatorio nei luoghi di lavoro - sostengono i sindacati che promuovono lo sciopero - Il green-pass è uno strumento inutile ai fini della prevenzione del contagio e della sicurezza collettiva nei luoghi di lavoro. (RavennaToday)

Nel capoluogo si è tenuta anche la manifestazione dei ‘no green pass’ che, nel pomeriggio, ha visto l’adesione di una quindicina di persone. E, invece, la protesta contro l’entrata in vigore del green pass sul posto di lavoro ha fatto flop. (SanremoNews.it)

È la vigilia del grande sciopero, quello che il Coordinamento lavoratori portuali di Trieste sta organizzando da giorni per protestare contro il green pass nei luoghi di lavoro. Per decidere gli ultimi dettagli e confrontarsi sull’effettiva adesione i lavoratori dello scalo giuliano si sono incontrati alle 18 in un’assemblea all’interno del porto, davanti all’ex Locanda. (Corriere TV)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr