Patrick Zaki, iniziato il processo. A Mansoura udienza lampo di 5 minuti durante la quale Zaki ha preso parola

Patrick Zaki, iniziato il processo. A Mansoura udienza lampo di 5 minuti durante la quale Zaki ha preso parola
Altri dettagli:
Thesocialpost.it INTERNO

“Noi speravamo che sarebbe stato rilasciato poiché le accuse sono false ed il verbale d’arresto è stato falsificato

Zaki rischia una condanna fino a 5 anni (non 25 come trapelato all’inizio) e quindi, avendo lui già scontato 1 anno e 7 mesi, potrebbe tornare in carcere per altri 3 anni e 5 mesi.

Patrick Zaki, iniziato il processo. Un’udienza lampo durata appena 5 minuti, è questo quanto accaduto oggi nel tribunale di Mansoura in merito al processo a Patrick Zaki. (Thesocialpost.it)

Su altri media

Bologna, 16 set. Lo ha detto il rettore dell’università di Bologna, Francesco Ubertini, in occasione della seduta di laurea del Master europeo in studi di genere e delle donne, il corso di studi dell’ateneo di Patrick Zaki, lo studente egiziano detenuto in Egitto dal febbraio 2020 (LaPresse)

I media egiziani non hanno fatto abbastanza luce sulla questione, ma diversi giornalisti e attivisti cristiani hanno espresso le loro obiezioni. Di conseguenza la legge è diventata un ostacolo per le donne nell’ottenere i propri diritti, specialmente per le donne cristiane. (Domani)

Zaki viene arrestato all’aeroporto del Cairo il 7 febbraio 2020: è appena rientrato da Bologna, dove frequenta una magistrale in studi di genere. In Egitto, infatti, le indagini possono prolungarsi fino a due anni. (Radio Popolare)

Zaki: l'udienza dura 5 minuti, poi torna subito in cella: «Sono detenuto da troppo tempo»

14 settembre 2021 a. Le sentenze del Tribunale per la sicurezza dello Stato davanti al quale comparirà Zaki sono però inappellabili, tra cui quella per cui Patrick lavorava come ricercatore, l'Iniziativa egiziana per i diritti personali (Eipr) (Liberoquotidiano.it)

Vedere un innocente con le manette è terrificante, ma usiamo questo tempo per preparare la difesa di Patrick. Lo studente egiziano convocato per il 28 settembre dai giudici di Al Sisi. La sorella: «Sono sfinita». (La Stampa)

Poteva andare peggio, Zaki poteva essere condannato a 5 anni senza replica, come accaduto a giugno al connazionale Ahmed Samir Santawy. Ma poteva andare pure meglio, ammettono quelli che erano presenti all’udienza lampo, 5 minuti, appena il tempo di replicare affermando la propria innocenza. (Il Piccolo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr