Carceri, Consiglio d’Europa: Italia Paese Ue con maggior sovraffollamento

Carceri, Consiglio d’Europa: Italia Paese Ue con maggior sovraffollamento
LaPresse ESTERI

(LaPresse) – L’Italia è il Paese dell’Ue con le carceri più sovraffollate: è quanto emerge dal rapporto ‘Space’ del Consiglio d’Europa, secondo cui al 31 gennaio 2020 l’occupazione era di 120,3 detenuti ogni 100 posti.

A registrare dati peggiori in Europa solo la Turchia, con 127,4 detenuti ogni 100 posti

Milano, 8 apr.

(LaPresse)

Su altre testate

Prolungata fino al 30 aprile la quarantena obbligatoria di 5 giorni per chi rientra dall'estero. Covid - Le misure riguarderanno tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei 14 giorni antecedenti all'ingresso in Italia in uno o più stati dell'Unione europea (Tuscia Web)

I livello di occupazione: 120.3 detenuti ogni 100 posti. L’Europa bacchetta l’Italia sul sistema detentivo: per il Consiglio Ue, infatti, è il Paese con le carceri più sovraffollate. Un triste primato che emerge dal rapporto ‘Space’ del Consiglio d’Europa, secondo cui al 31 gennaio 2020, i livello di occupazione era di 120,3 detenuti ogni 100 posti. (LaPresse)

A partire dal 7 aprile saranno classificati nell’Elenco C, cioè come Stati sicuri, anche Austria (con limitazioni specifiche per la Regione del Tirolo, dove resta la quarantena di due settimane per chi proviene da là), Israele, Regno Unito e Irlanda del Nord. (Blitz quotidiano)

Coronavirus, quarantena per chi rientra dall'estero: prorogata ordinanza

I Paesi 'sicuri' Per ilatore che proviene da questi Paesi e dagli altri già in lista (Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca con incluse isole Faer Oer e Groenlandia, Estonia, Finlandia, Francia compresi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte . (Zazoom Blog)

Ecco dunque le regole sul rientro in Italia, le stesse valgono anche per gli stranieri che arrivano. In Grecia fino al 6 aprile chiunque entri, anche con PCR negativo, deve sottoporsi al regime della quarantena per sette giorni (ViaggiNews.com)

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha prorogato l’ordinanza che prevede la quarantena obbligatoria di 5 giorni per chi rientra dall’estero. Sarà valida fino al 30 aprile. Per chi rientra in Italia dai paesi dell’Ue e dal 7 aprile anche dall’Austria, Israele, il Regno Unito e l’Irlanda del Nord sarà obbligatorio il tampone molecolare; dovrà essere effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso nel Paese con risultato negativo; poi successivamente sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario per cinque giorni. (Mondopalermo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr