Napoli, 120 persone rifiutano il vaccino Covid. L'Asl 1 ne convince 750

Napoli, 120 persone rifiutano il vaccino Covid. L'Asl 1 ne convince 750
Informa-press SALUTE

Queste persone dopo aver sottoscritto l’adesione al vaccino Covid-19, dopo essere state convocate a mezzo Sms, non si sono mai presentate

Napoli persone rifiutano vaccino: in 120 hanno confermato il loro ‘No’. Sono 4.200 le persone che sono finite sui registri dell’Asl.

Napoli persone rifiutano vaccino anti-Covid19.

Lascia, infatti, di stucco la decisione di 120 persone.

Di fronte alla chiamata dell’Asl Napoli 1, hanno ribadito la propria contrarietà alla somministrazione del siero. (Informa-press)

La notizia riportata su altri media

Oggi a contrarre il virus sono i giovani. Le quasi 26 milioni di doppie dosi somministrate in Italia stanno cambiando il profilo dei contagi nella Penisola. (Quotidiano di Puglia)

Al momento si tratta dell’unico strumento che abbiamo nella lotta contro il virus che continua ad avanzare insistente, varianti comprese Si parla di una percentuale che fa ben sperare, si sfiora quasi il 50%: 47,76% della popolazione over 12, infatti, ha completato il ciclo vaccinale. (NewSicilia)

Tra i vaccinati di oggi, in particolare, sono 4.770 i 16-29enni, 4.017 i trentenni, 11.909 i quarantenni, 9.992 i cinquantenni, 3.889 i sessantenni, 3.307 i settantenni, 952 gli estremamente vulnerabili e 257 gli over80. (http://gazzettadalba.it/)

Vaccino Covid ai bambini, cosa sappiamo e cosa dicono gli esperti

Le prime tappe saranno a Nettuno il 18 luglio, Velletri il 20 luglio Il 23 luglio il camper vaccinazioni della ASL Roma 6 arriva a Genzano! (Castelli Notizie)

Conseguentemente, sono in aumento anche i casi asintomatici, più frequenti tra i giovani. Il monitoraggio Iss e le storie dei nuovi contagiati. La bozza del nuovo monitoraggio dell’Iss e del ministero della Salute ha rilevato che i contagi sono in aumento principalmente tra i giovani, cioè la fascia d’età meno coperta dalla campagna vaccinale. (Impronta Unika)

Si tratta di un’infiammazione che ha effetti sulla salute del cuore e può determinare delle gravi conseguenze a lungo termine. Prima di sottoporre un bambino alla vaccinazione, gli esperti invitano comunque a consultare un medico o un pediatra, così da valutare caso per caso (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr