Effetto green pass: balzo nelle prenotazioni per il vaccino

Radio Lombardia SALUTE

A quanto riferisce la Regione, le prenotazioni sono state 62.606.Di queste 21.223 sono di studenti.

Sono oltre 62mila le persone che, nella sola giornata di ieri, si sono prenotate per la vaccinazione anticovid in Lombardia, e di queste un terzo sono ragazzi in età scolare.

I dati, del resto, lasciano pochi dubbi: l’85% dei nuovi positivi non è vaccinato

È l’effetto dell’introduzione del green pasa obbligatorio dal 6 agosto se si vuole partecipare ad una serie di attività, come sedersi in un ristorante al chiuso o prendere parte a feste ed eventi. (Radio Lombardia)

La notizia riportata su altri media

Centomila nuovi posti a disposizione di tutti coloro che ancora non hanno aderito alla campagna di vaccinazione anti-Covid. Le prenotazioni possono avvenire sin da ora attraverso i consueti canali di adesione: portale (https://prenotazionevaccinicovid. (elivebrescia.tv)

La corsa alla prenotazione. In Regione Lombardia, in questi giorni, è ben evidente la corsa alla vaccinazione Disponibili 100.00 nuovi posti per i vaccini. Centomila nuovi posti a disposizione di tutti coloro che ancora non hanno aderito alla campagna di vaccinazione anti-Covid. (Prima Brescia)

“Chi non si è ancora vaccinato – esorta la vicepresidente ed assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti – da oggi sino all’1 agosto potrà usufruire di uno dei 100mila nuovi slot per prime dosi che siamo riusciti a mettere a disposizione dei cittadini lombardi di tutte le età. (Ticino Notizie)

Il call center rilascerà a questi cittadini un codice personale che consentirà l’accesso alla prenotazione online o attraverso il call center stesso”: lo fa sapere l’assessore regionale al Welfare Letizia Moratti in un post su Facebook. (Radio Lombardia)

Dubitiamo fortemente che questo strano mix, senza cambiamenti più profondi, possa funzionare», commenta il capogruppo dem in Consiglio Regionale Fabio Pizzul Al centro della riforma c’è il rafforzamento della medicina territoriale, anche per evitare, come ha spiegato il presidente Attilio Fontana, «un accesso inappropriato ed eccessivo in ospedale». (La Stampa)

Ad essere promossa e sostenuta dalla Regione, infine, sarà una rete regionale della ricerca e dell’innovazione nelle scienze della vita Una riforma che dovrebbe cambiare la sanità lombarda mettendo al centro la medicina del territorio e la cura della persona. (Monza Today)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr