Le donne di Minsk: la marcia in bianco e rosso contro Lukashenko

Le donne di Minsk: la marcia in bianco e rosso contro Lukashenko
Rai News Rai News (Esteri)

Nessun agente è intervenuto durante la manifestazione ma alcuni veicoli della polizia stradale hanno seguito a distanza la marcia.

Inizialmente hanno mostrato simboli e cantato slogan, poi hanno esposto le bandiere dell'opposizione con il bianco e il rosso, fiori e ombrelli sempre bianchi e rossi.

In un'altra manifestazione, invece, centinaia di studenti hanno marciato per le vie della capitale al grido di "Vattene". (Rai News)

Se ne è parlato anche su altri giornali

L'ex nazione sovietica è attanagliata dalle proteste dopo che Lukashenko ha rivendicato la vittoria nelle elezioni del 9 agosto scorso su Svetlana Tikhanovskaya, la popolare candidata dell'opposizione. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

"Finora più di 100 persone sono state fermate a Minsk", ha detto la portavoce del ministero degli Interni bielorusso, Olga Chemodanova. Bielorussia, 100 arresti a Minsk per la marcia contro Lukashenko (Rai News)

Oltre 240 persone sono state fermate ieri dalla polizia bielorussa per aver partecipato alle proteste contro Aleksandr Lukashenko e la sua contestata vittoria alle presidenziali del 9 agosto, ritenuta frutto di massicci brogli elettorali: lo riporta l'ong per la difesa dei diritti umani Viasna. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Oltre100 arresti a marcia contro Lukashenko a Minsk

L’ex nazione sovietica è attanagliata dalle proteste dopo che Lukashenko ha rivendicato la vittoria su Svetlana Tikhanovskaya, la popolare candidata dell’opposizione. Le forze di sicurezza hanno usato gli idranti e bloccato con i mezzi pesanti l’accesso alle strade in cui era concentrata la manifestazione. (Il Fatto Quotidiano)

ANSA Bielorussia: migliaia protestano nonostante minacce polizia. In un messaggio trasmesso prima della protesta, Tikhanovskaya ha esortato i bielorussi a portare avanti le loro richieste "pacificamente, ma con insistenza". (Notizie - MSN Italia)

L'ex nazione sovietica è attanagliata dalle proteste dopo che Lukashenko ha rivendicato la vittoria nelle elezioni del 9 agosto scorso su Svetlana Tikhanovskaya, la popolare candidata dell'opposizione. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr