Google: arriva in Italia il nuovo Nest Hub

Google: arriva in Italia il nuovo Nest Hub
Androidiani - Android News SCIENZA E TECNOLOGIA

Il nuovo Nest Hub. L’altoparlante del nuovo Nest Hub è basato sulla stessa tecnologia audio di Nest Audio e diffonde il 50% di bassi in più rispetto al modello originale.

Nest Hub è realizzato con materiale riciclato: infatti le parti meccaniche in plastica contengono il 54% di plastica riciclata post-consumo.

Disponibilità e prezzo. Il nuovo Nest Hub è disponibile in Italia in due colori: grigio chiaro, grigio antracite. (Androidiani - Android News)

Se ne è parlato anche su altre testate

Come abbiamo visto a metà marzo, il colosso di Mountain View aveva presentato Google Nest Hub 2 con tante funzioni inedite. Google è senza ombra di dubbi una delle più importanti aziende per quanto riguarda lo sviluppo di soluzioni intelligenti come ad esempio gli smart speaker e gli smart display. (TuttoTech.net)

Nessuno impedisce di metterlo sulla scrivania, ma si perdono tutte le funzioni legate al monitoraggio del sonno che sono la vera novità offerta dal prodotto. Il nuovo Nest Hub è disponibile in Italia in due colori: grigio chiaro, grigio antracite, ed è realizzato con materiale riciclato. (DDay.it - Digital Day)

Quando è ora di alzarsi, la Sveglia luce graduale di Nest Hub fa aumentare gradatamente l’illuminazione del display e il volume della suoneria. E se volete restare a letto ancora un po’, grazie a Motion Sense potete posticipare la sveglia con il gesto di una mano. (Telefonino.net)

OK Google, mostrami il nuovo Nest Hub!

POTREBBE INTERESSARTI –> Chrome, rimossa un’estensione mascherata da Google Home. Insieme ai miglioramenti relativi all’audio, Google Nest Hub 2 introduce una novità assoluta nel mondo della domotica. (Computer Magazine)

Nest Hub non è dotato di fotocamere frontale, non può rilevare volti o figure e sarà sempre possibile (anche direttamente da Nest Hub) cancellare i dati della ultima notte di sonno o di tutte quelle passate. (Smartworld)

I dati verranno poi registrati e saranno disponibili sia tramite la nuova hotword “Ok Google, come ho dormito?” sullo schermo del nostro Google Nest Hub, sia in condivisione sull’applicazione Google Fit installata sul proprio smartphone connesso con lo stesso account Google Abbiamo imparato a vederli nelle nostre casa dapprima come speaker, per poi diventare dei veri e propri assistenti domotici e non solo. (Tom's Hardware Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr