Torino, tampona l’auto dell’ex convivente per evitare che vada a sporgere denuncia: arrestata

Torino, tampona l’auto dell’ex convivente per evitare che vada a sporgere denuncia: arrestata
TorinoToday INTERNO

In manette sono finiti un 19enne per droga e due uomini che hanno aggredito in strada due passanti

Dopo che negli ultimi mesi aveva più volte minacciato e molestato l’uomo, sabato 20 febbraio l’ha più volte tamponato con l’autovettura per impedirgli di raggiungere la Stazione Carabinieri di Barriera Milano per sporgere querela.

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, disposti dal Comando Provinciale per contrastare vari reati, i carabinieri hanno arrestato complessivamente cinque persone. (TorinoToday)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il giovane non accettava la fine della relazione Una studentessa greca di 20 anni è in condizioni gravi all'ospedale Molinette di Torino dopo che nella serata di ieri, domenica 21 febbraio 2021, il suo ex fidanzato, un albanese di 27 anni, ha tentato di ucciderla sferrandole numerose coltellate in strada. (TorinoToday)

Sono stati alcuni passanti, che hanno assistito all’aggressione, a dare l’allarme e a consentire ai carabinieri di bloccare l’uomo nelle vicinanze La vittima, una studentessa greca, è stata colpita al torace, all’addome e al collo ed è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Mauriziano. (Il Fatto Quotidiano)

La donna è stata soccorsa dal 118 e portata all'ospedale Mauriziano: è in prognosi riservata, le sue condizioni sono gravi. Secondo i carabinieri alla base dell'aggressione ci sarebbero motivi passionali legati alla loro storia passata (La Repubblica)

Da taxi driver a taxi puscher. Arrestato tassista

La giovane è stata ferita al torace, all’addome e al collo ed è ora in prognosi riservata all’ospedale Mauriziano. L’uomo, Jetmir Kurtsmajlaj, 27 anni, ex studente del Politecnico ora disoccupato, ha atteso vicino alla ragazza ferita, una studentessa greca di 20 anni l’arrivo dei carabinieri (Corriere della Sera)

Arrestato tassista. Da febbraio 2020 non aveva più effettuato corse con il suo taxi nonostante la regolare licenza, con ogni probabilità l'attività di spaccio di sostanze stupefacenti fruttava di più, così utilizzava il suo taxi solo come copertura. (VocePinerolese.it)

In corso Giulio Cesare è finito in manette un pakistano che ha aggredito in strada un giovane del Bangladesh rapinandolo del denaro contante che aveva con sé. Nel quartiere Regio Parco, presso l’Ospedale San Giovanni Bosco, i carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno bloccato un cittadino egiziano che, in stato di ubriachezza, aveva aggredito un infermiere procurandogli delle fratture. (TorinoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr