Eni, possibile quotazione di oltre 30% divisione retail-rinnovabili - fonti Da Reuters

Investing.com ECONOMIA

30 settembre 2018 REUTERS/Alessandro Bianchi/File Photo. MILANO (Reuters) - Eni (MI: ) potrebbe quotare oltre il 30% della sua nuova divisione di vendita al dettaglio e rinnovabili in quella che probabilmente sarà una delle più grandi Ipo italiane del prossimo anno.

Logo Eni presso una stazione di servizio nel quartiere Eur a Roma, con la sede centrale dell'azienda sullo sfondo.

La società intende quotare tra il 25% e il 30%, ma potrebbe vendere una quota maggiore per soddisfare la domanda del mercato, ha detto una delle fonti. (Investing.com)

Su altre testate

Non a caso, la nuova società ha in serbo un importante piano di crescita sostenuto da investimenti da 1,8 miliardi di euro all’anno. Ribadiamo che Eni manterrà una quota di maggioranza della nuova società, supportando la crescita di Plenitude grazie alle tecnologie proprietarie e alle competenze ingegneristiche e manageriali. (Tom's Hardware)

In quest’ultimo campo, l’obiettivo al 2030 è arrivare a superare la soglia dei 31 mila punti di ricarica in Europa, nello specifico in Italia, Spagna, Francia, Germania, Svizzera, Austria e Slovenia. (Quattroruote)

In attesa della quotazione nel 2022, Eni ha lanciato ufficialmente Plenitude il veicolo che racchiude la ex Eni Gas e Luce e le rinnovabili. I target sono sfidanti grazie a un piano di investimenti medi di 1,8 miliardi l'anno fino al 2025. (il Giornale)

La nuova società "attirerà nuovo capitale, libererà valore e accelererà la transizione energetica". Il debito netto sarà prossimo a zero il primo gennaio 2022. L'amministratore delegato della nuova società, Stefano Goberti, ha spigato che Plenitude è "l’avamposto della strategia di decarbonizzazione di Eni (Yahoo Finanza)

La crescita green sarà guidata da un piano di investimenti medi annui da 1,8 miliardi di euro […]. Potrebbe interessarti anche: (Qualenergia.it)

Per quanto riguarda le colonnine di ricarica, oggi 6.500, punta a raggiungere quota 31mila entro il 2030. Si chiamerà Plenitude la società di Eni che riunisce le attività retail e nel settore delle energie rinnovabili del gruppo, che sarà quotata in Borsa entro la fine del 2022. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr