Il porto di Palermo potenzia raccolta rifiuti differenziati

Il porto di Palermo potenzia raccolta rifiuti differenziati
BlogSicilia.it INTERNO

La Ecol Sea s.r.l. è, da oltre trent’anni, concessionaria della licenza per l’esercizio del servizio di raccolta di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi prodotti dalle navi all’interno del porto di Palermo

Inaugurato il deposito temporaneo. Alla banchina Puntone è stato inaugurato il deposito temporaneo per la raccolta differenziata proveniente dalle navi. Monti “E’ la soluzione che consente di ridurre il volume di rifiuti da destinare in discarica e risparmiare”. (BlogSicilia.it)

Su altri media

Presso il Centro Comunale di Raccolta di Pissi, invece, tra le 7 e le 13 si potranno conferire tutti i rifiuti differenziati (plastica, umido, vetro e carta) Da pochi minuti è infatti stato raggiunto l’accordo tra i sindacati che rappresentano i lavoratori e l’azienda che gestisce il servizio di raccolta e conferimento dei rifiuti. (AMnotizie.it)

Serve una nuova discarica, servono impianti di trattamento dell’ umido raccolto in modo differenziato, serve un impianto, inceneritore o altro, in grado di trattare la frazione indifferenziata. Pagano il costo dei tanti camion che portano i rifiuti romani fuori dalla città a distanze di centinaia di chilometri elemosinando ospitalità ad altre Regioni. (Corriere Roma)

Una scelta oggi sostenuta da Virginia Raggi ma contro cui in passato lo stesso M5S si è opposto in Regione. (Corriere Roma)

Capo d'Orlando - Domani riprende la raccolta dei rifiuti. Sarà ritirato l'indifferenziato

Oltre ai vantaggi ambientali, il conferimento dei rifiuti nel Centri di Raccolta abbinato alla tecnologia, permette di premiare l’utente virtuoso con un risparmio economico in bolletta. L’apertura del Ccr è un risultato importante per la città, un sogno che diventa realtà dopo lunghi anni. (Gazzettinonline)

L’Italia ha sottoposto a Bruxelles un piano per accedere a circa 600 milioni di fondi europeiRead More L'articolo (HelpMeTech)

I quartieri sono Poggioverde, Margherita e viale Magna Grecia (dal cimitero alla Casarossa): il 5% della popolazione di Crotone per raggiungere poi, nel 2022, il 65%. Nei giorni scorsi, sul lungomare cittadino, abbiamo visto il collocamento dei tre contenitori per l’avvio della differenziata. (CrotoneOK.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr