Whirlpool, 150 .lavoratori occupano i binari della stazione centrale a Napoli

Whirlpool, 150 .lavoratori occupano i binari della stazione centrale a Napoli
La Repubblica INTERNO

Blitz di 150 lavoratori della Whirlpool nella stazione Centrale di Napoli per protestare contro i licenziamenti della multinazionale.

Caos in stazione, ritardo nei treni in arrivo e in partenza.

Whirlpool, un dramma collettivo di Lorenzo Marone 19 Luglio 2021 di Lorenzo Marone. Ancora una protesta, quindi, dopo l'avvio dei licenziamenti annunciato la scorsa settimana.

La scorsa settimana gli operai hanno incontrato il premier Draghi a Santa Maria Capua Vetere ottenendo solidarietà

Gli operai hanno raggiunto i binari dei treni ad alte velocità per bloccare i convogli in partenza e in arrivo a Napoli. (La Repubblica)

La notizia riportata su altre testate

Qui senza lavoro si finisce a faticare a nero, privi di garanzie e sicurezza, si finisce sfruttati per poco e niente, se va bene. Prima ancora che sia dato il via libera ai licenziamenti post Covid, in una terra già martoriata ed emarginata, senza possibilità, sopraggiunge un’altra batosta. (La Repubblica)

Poi la protesta si è spostata in Piazza Garibaldi dove è stato attuato un blocco stradale ph Ansa. Sono circa 200 i lavoratori della Whirlpool che per più di un'ora hanno bloccato i binari dei treni ad Alta Velocitá alla Stazione centrale di Napoli (StabiaChannel.it)

Operai Whirlpool bloccano i binari dell’Alta Velocità a Napoli e poi piazza Garibaldi Blitz dei lavoratori della Whirlpool di via Argine alla stazione centrale di Napoli. Quasi 200 operai dello stabilimento di Via Argine si sono mobilitati per bloccare gli arrivi e le partenze dei treni ad alte velocità. (Fanpage.it)

Whirlpool: «Su Napoli non si torna indietro. Ma aiuteremo la ricollocazione»

Gli operai hanno raggiunto i binari dei treni ad alte velocità allo scopo di bloccare i convogli in partenza e in arrivo nella città partenopea. «Ci possiamo solo scusare per i disagi ma per le lavoratrici e i lavoratori della Whirlpool Napoli non si può accettare l'arroganza della multinazionale di ricorrere ai licenziamenti collettivi dopo due anni di lotta (leggo.it)

Le assemblee e le riunioni sono servite a poco. «Orabisogna fare sul serio per evitare la catastrofe - urlano in coro - La protesta di oggi è l’ennesima dimostrazione di come siamo intenzionati a non tirarci indietro. (ilmattino.it)

Detto questo, nemmeno Whirlpool può esimersi dal fare i conti con il mercato». «Whirlpool ha investito 800 milioni sull’Italia dal 2015 a oggi, di cui 280 negli ultimi tre anni. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr