"Volate libere": oggi i funerali di Alessia e Giulia, a Senorbì il ricordo con rose e palloncini

Volate libere: oggi i funerali di Alessia e Giulia, a Senorbì il ricordo con rose e palloncini
YouTG.net INTERNO

Mentre a Castenaso famiglia e amici piangono Alessia e Giulia, le sorelline morte travolte da un treno alla stazione di Riccione, Senorbì, paese del padre Vittorio, si ferma per il lutto.

Un gesto per far sentire la propria vicinanza ai cari in questo giorno di dolore

Due mazzi di palloncini bianchi, una loro foto insieme e, sull'asfalto, un cuore fatto di rose, appare su un portone di casa in via Lonis. (YouTG.net)

Se ne è parlato anche su altri media

Quei due nomi incisi sul legno bianco della bara, dove sono fissi gli occhi dei genitori di Giulia e Alessia Pisano. «Grazie a tutti - è il messaggio della famiglia delle due ragazze - a tutte le istituzioni, alla Chiesa e alla comunità (ilGiornale.it)

Le due sorelle morte a Riccione - Michele Nucci\LaPresse /corrieredibologna.tv - CorriereTv. Un lungo applauso saluta l’uscita dalla chiesa della Madonna del buon consiglio dei due feretri bianchi di Alessia e Giulia Pisano, le due sorelle travolte da un treno a Riccione, al termine dei funerali che si sono svolti oggi a Castenaso in provincia di Bologna. (Corriere)

E ciò va detto, a suo avviso, non per condannare i familiari che anzi meritano il massimo rispetto. Ma per ribadire alcune ovvietà “affinché drammi simili a quello che si è verificato a Riccione non accadano mai più. (Secolo d'Italia)

Sorelle investite dal treno, don Giancarlo ai funerali: "Basta giudizi, noi vediamo un papà che è vissuto per le sue figlie"

Le foto delle sue amatissime Alessia e Giulia sono a pochi passi Sussurra in continuazione quella maledetta domanda che non troverà mai risposta: "Perché amiche mie è successo?". (il Resto del Carlino)

Mentre noi sussurriamo, Alessia e Giulia gridano al nostro mondo di adulti che dobbiamo credere in loro. Ed invece nella famiglia di Alessia e Giulia vediamo un dolore infinito. (ilmattino.it)

Noi vediamo un papà che ha costruito con talento il suo lavoro ed è vissuto per le sue figlie. Vediamo due figlie Alessia e Giulia volute cresciute amate e curate. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr