Femminicidio nel Ferrarese: uccisa in casa con un colpo alla testa, fermato nella notte l’ex compagno

Femminicidio nel Ferrarese: uccisa in casa con un colpo alla testa, fermato nella notte l’ex compagno
Open INTERNO

L’uomo è stato stato portato in carcere.

Una donna di 50 anni, Rossella Placani, è stata trovata morta nella mattina di ieri, 22 febbraio, a Bondeno (Ferrara).

Per il suo omicidio è stato fermato nella notte il compagno, Doriano Saveri, bolognese di 45 anni.

Stando alla sua versione, lui sarebbe andato via e sarebbe ritornato in mattinata, quando ha trovato la donna già morta

Uccisa con un colpo alla testa. (Open)

Ne parlano anche altri giornali

La donna, separata, lascia due figli ventenni, uno dei quali viveva con lei. La vittima, secondo una prima ricostruzione, è morta per una ferita alla testa causata da un corpo contundente. (AGI - Agenzia Italia)

Rossella Placani, 50 anni, è stata trovata morta in casa ieri mattina. L'uomo, Doriano Saveri, bolognese di 45 anni, artigiano edile, separato, viveva con la vittima, operaia in un'azienda del biomedicale. (Sky Tg24 )

Il provvedimento, emesso dal pm Stefano Longhi, è stato eseguito alle quattro nel Comando provinciale dei Carabinieri. L'uomo, artigiano edile, separato, viveva con la vittima, operaia in un'azienda del biomedicale. (La Sentinella del Canavese)

Rossella, trovata morta in casa nel Ferrarese: nella notte fermato il compagno

E’ stato lo stesso convivente a presentarsi intorno alle 8.45 alla stazione dei carabinieri di Bondeno riferendo di averla trovata esanime, nel bagno dell’appartamento nel quale conviveva. La donna, trovata con la testa fracassata, presumibilmente è stata colpita con un oggetto contundente (Telestense)

Fermato un lungo interrogatorio Doriano Saveri, 45 anni, compagno di Rossella Placati, la donna di 50 anni, trovata morta ieri mattina nella casa dove viveva a Borgo San Giovanni di Bondeno (Ferrara). Il 45enne artigiano edile è stato interrogato per molte ore e la sua versione non ha convinto il pm. (L'HuffPost)

E’ stato portato in carcere e le indagini proseguono L’indagato avrebbe fornito al pm, interrogato, una versione dei fatti «contraddittoria e lacunosa», cui si contrappongono gravi indizi a suo carico. (Gazzetta di Parma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr