Riaperture, Bonaccini: "La parola coprifuoco andrebbe abolita, si può pensare di anticipare qualche scadenza"

BolognaToday INTERNO

"Non bisogna sciuparla e non si sciupa se si lavora insieme, se si semplificano le norme,io ho esultato quando Draghi ha consegnato il PNRR all'Europa".

Così il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, intervistato su La7, sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ossia il pacchetto concordato dall’Unione Europea in risposta alla crisi pandemica.

Bonaccini non si dice deluso sulla riconferma del divieto allo spostamento alle 22: "La parola coprifuoco andrebbe abolita, ricorda i conflitti. (BolognaToday)

La notizia riportata su altri giornali

(LaPresse) – “Credo che l’esperienza e la competenza siano indispensabili, per questo appena sono arrivata ho voluto chiamare Guido Bertolaso. Poi mi sono affidata a uno studio del Politecnico di Milano per preparare le sedi vaccinali. (LaPresse)

in DIRETTA TV tra GALLI e BONACCINI a 'CARTABIANCA'. Non si fa attendere la risposta di Bonaccini: "Io non so di cosa mi dovrei vergognare perché ho detto una cosa senza criticare nessuno" (iLMeteo.it)

In una parte del Pd c'è la preoccupazione di lasciare tutto il campo favorevole agli 'aperturisti' a Salvini che imperversa come se fosse all'opposizione del Governo di cui invece fa parte. E Bonaccini, come scriveva anche il Corriere ieri, è fra i Pd autorevoli che strizzano l'occhio a Salvini. (La Pressa)

L’arrivo delle forniture previste nei prossimi mesi, 130 milioni entro settembre per l’Italia, ci permetterà di vaccinare tutti da qui alla fine dell’estate. Prosegue la visita ai centri vaccinali regionali da parte del presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. (CesenaToday)

Due le tappe nella giornata odierna, entrambe nel Cesenate: la prima, questa mattina, al centro vaccinale di Mercato Saraceno, la seconda nel pomeriggio all’Hub vaccinale allestito alla Fiera di Cesena. (Corriere Romagna News)

Scintille nell’ultima puntata di Cartabianca, su Rai 3, tra Stefano Bonaccini, governatore dell’Emilia Romagna, e il professor Massimo Galli, responsabile di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr