Cannabis, si firma per il referendum!

Fuoriluogo.it INTERNO

Questi italiani hanno oggi due sole scelte: finanziare il mercato criminale nelle piazze di spaccio o coltivare cannabis a casa rischiando fino a 6 anni di carcere

Quello della coltivazione, vendita e consumo di cannabis è una delle questioni sociali più importanti nel nostro Paese.

Tempo di lettura: 2 minuti. Al via il referendum cannabis.

Servono 500.000 ADESIONI entro il 30 settembre.

Parte la raccolta firme per la depenalizzazione della coltivazione, la rimozione delle pene detentive per cannabis e l’eliminazione della sanzione amministrativa del ritiro della patente. (Fuoriluogo.it)

La notizia riportata su altre testate

A pochi giorni dall’approvazione della Camera al testo base per depenalizzare la coltivazione della cannabis - per uso personale e di non oltre quattro piantine “femmine”, cioè quelle che producono il principio attivo Thc - è partita la raccolta firme per un referendum sulla depenalizzazione dell’uso. (La Provincia Pavese)

Alla proposta hanno preso parte anche rappresentanti dei partiti +Europa, Possibile e Radicali italiani (LaPresse) – Boom di firme online per referendum sulla cannabis che ha raccolto nelle prime 5 ore oltre 50mila firme. (LaPresse)

"Quello della coltivazione, vendita e consumo di cannabis è una delle questioni sociali più importanti nel nostro Paese. È stato depositato alla Cassazione un quesito che propone di intervenire sia sul piano della rilevanza penale sia su quello delle sanzioni amministrative per quanto riguarda la cannabis. (Rai News)

Quello della coltivazione, vendita e consumo di cannabis è una delle questioni sociali più importanti nel nostro Paese. È stato depositato alla Cassazione un quesito che propone di intervenire sia sul piano della rilevanza penale sia su quello delle sanzioni amministrative per quanto riguarda la cannabis. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr