L'UniBg più internazionale si affaccia alla classifica dei migliori atenei del mondo

L'UniBg più internazionale si affaccia alla classifica dei migliori atenei del mondo
Per saperne di più:
L'Eco di Bergamo INTERNO

Tra i 1.300 atenei presi in considerazione sono 41 gli italiani in graduatoria, guidati dal Politecnico di Milano del rettore bergamasco Ferruccio Resta.

La classifica QS si distingue dalle altre per il peso attribuito alla «reputazione» e alla «dotazione di professori per studente», indicatore, quest’ultimo, che storicamente penalizza l’ateneo orobico

«L’essere inseriti in questa classifica è un risultato prestigioso, che conferma la direzione intrapresa dal nostro ateneo negli anni e la qualità del lavoro svolto» dichiara il rettore di UniBg, Remo Morzenti Pellegrini. (L'Eco di Bergamo)

Ne parlano anche altre testate

a classifica più conosciuta, e riconosciuta, sulle università nel mondo dice che l'Italia porta cinque nuovi atenei nei primi 1.300: cresce, tuttavia, anche il numero delle accademie prese in considerazione a livello globale, sono 145 in più. (la Repubblica)

L'Università Vita-Salute San Raffaele si distingue nel criterio che indica la proporzione tra docenti e studenti: è 36a al mondo, eccezione al sistema Si nota, tra gli spostamenti nazionali, l'exploit dell'Università Bicocca di Milano, fondata solo nel 1998 e cresciuta di 71-80 posti dall'anno scorso ad oggi. (Notizie - MSN Italia)

“Sono chiaramente contento del risultato, che ci fa ben sperare per il futuro - commenta Alessandro Reali, delegato del rettore a ricerca internazionale e ranking - Pavia - Dopo l’anno più difficile delle Università, si torna a guardare il posizionamento degli atenei a livello mondiale, mentre la competizione riprende. (Il Giorno)

Università, la classifica mondiale: salgono a 41 gli atenei italiani che si posizionano tra i migliori

Il Poli conquista la posizione numero 142 nel mondo, riprendendosi lo scettro di migliore di tutta Italia, anche se in calo di cinque posizioni rispetto allo scorso anno. Quest'anno, si aggiunge anche una performance sottotono nell'indicatore che misura la popolarità tra la comunità accademica e dei datori di lavoro internazionali, con alcune positive eccezioni. (MilanoToday.it)

E quali università italiane producono i laureati più preparati per il mondo del lavoro? L'edizione 2021 del QS World University Rankings include 41 università italiane, cinque in più rispetto alla precedente. (IL GIORNO)

Il Politecnico di Milano – pur al 142esimo posto – è anche quest’anno la prima università italiana nella classifica QS World University Rankings dei duecento migliori atenei al mondo. Per trovare un’altra università italiana bisogna scendere al 166° posto, con l’Alma Master Studiorum – Università di Bologna (che scende di sei punti in classifica). (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr