Tregua dal caldo, e arrivano i temporali: nel Torinese previsti oggi, domani e venerdì

La Stampa ESTERI

Ora l'alta pressione nord-africana tende ad attenuarsi permettendo l'ingresso, da Ovest, di aria un po' meno calda e di tre fronti temporaleschi oggi pomeriggio, domani mattina e venerdì.

L'intensa calura dell'ultima settimana ha messo a dura prova i sistemi idrici e l'agricoltura del Piemonte, già penalizzati da una siccità pregressa senza precedenti in almeno due secoli.

Ci sarà dunque occasione per rovesci sparsi, soprattutto in montagna e sulle pianure e colline tra Saluzzese, Torinese, Biellese e Verbano, talora con episodi forti e accompagnati da vento e grandine

(La Stampa)

Se ne è parlato anche su altre testate

Le previsioni meteorologiche dei meteorologi costituiscono la base per la valutazione e quindi gli idrologi, i geologi e le autorità forestali stimano il possibile pericolo di eventi naturali. (Alto Adige)

Le previsioni di Mnp. ”Una blanda ondulazione inserita in un contesto anticiclonico si avvicina da ovest, determinando un parziale aumento dell’instabilità specie su Alpi e prealpi con possibili sconfinamenti anche su medio-alto novarese. (Prima Novara)

Ora l'alta pressione nord-africana tende ad attenuarsi permettendo l'ingresso, da Ovest, di aria un po' meno calda e di tre fronti temporaleschi oggi pomeriggio, domani mattina e venerdì. Dopo Caronte piogge e fulmini sul Piemonte: le previsioni viste dal satellite fino a domenica 26 giugno. (La Stampa)

Secondo il bollettimo meteo, è prevista instabilità in accentuazione nel corso del pomeriggio oggi e per la giornata di domani, in particolare a ridosso delle vallate alpine nordoccidentali e settentrionali e sui primi tratti di pianura adiacenti. (NovaraToday)

Intense correnti sudoccidentali, in seno alle quali scorrono masse d’aria umide ed instabili, determinano l’innesco di rovesci e temporali sparsi sui settori a nord del Po, più diffusi ed intensi a ridosso delle vallate alpine nordoccidentali e settentrionali fino alla fascia pedemontana adiacente. (La Provincia di Biella)

Ciò significa che eventi su piccola scala possono verificarsi in modo violento e improvviso, spiega Willigis Gallmetzer, direttore del Centro. Da nove mesi i fenomeni meteorologici e gli eventi naturali in Alto Adige vengono valutati quotidianamente dal Centro funzionale provinciale dell'Agenzia per la Protezione civile e pubblicati nel Bollettino di allerta. (Trentino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr