Ordinanze dei sindaci di Agrigento e Palermo contro il rientro in classe, il Tar li boccia: “E’ competenza dello Stato”

Ordinanze dei sindaci di Agrigento e Palermo contro il rientro in classe, il Tar li boccia: “E’ competenza dello Stato”
Risoluto INTERNO

Entrambi i due comuni sono in zona gialla e non sono state adottate altre misure cautelative al di fuori delle attivita’ scolastiche.

Le pronunce comportano il rientro in presenza nelle scuole.

Il Tribunale amministrativo si è espresso evidenziando che la competenza appartiene allo Stato, trattandosi di “profilassi internazionale”.

Il presidente del Tar della Sicilia Salvatore Veneziano ha accolto l’istanza cautelare presentata da alcuni rappresentanti dei genitori contro le ordinanze firmate dai sindaci di Palermo e Agrigento, Leoluca Orlando e Francesco Micciche’ che prevedevano la sospensione dal 13 al 16 gennaio delle attivita’ didattiche in presenza. (Risoluto)

Su altri giornali

Entrambi i Comuni sono in zona gialla e non sono state adottate altre misure cautelative al di fuori delle attività scolastiche. Ieri anche l'ordinanza del sindaco di Messina, Cateno De Luca, sulla chiusura delle scuole era stata sospesa . (Sky Tg24 )

Il Tar di Palermo “riapre” le scuole dopo l’ordinanza di Orlando che aveva sospeso le lezioni in presenza. Le ordinanze dei sindaci di Palermo e Agrigento avevano disposto la sospensione dal 13 gennaio fino al 16 gennaio2 delle attività didattiche in presenza. (Diretta Sicilia )

"La chiusura delle scuole è illegittima", il Tar sospende l’ordinanza del sindaco

L'ordinanza di sospensione c'è, ma quanto valga, in un quadro mutato da un punto di vista epidemiologico, è tutto da capire. Questo per superare, ad esempio, le valutazioni fatte dal Tar Campania nell'annullare il provvedimento del presidente Vincenzo De Luca o quelle utilizzate appunto dal Tar Catania contro Cateno De Luca (AgrigentoNotizie)

Aver chiuso le scuole in questi due anni ha già provocato un enorme danno culturale. “In Sicilia regna il caos sulla riapertura delle scuole, mentre nel resto d’Italia tutte sono aperte – denuncia la deputata siciliana del Movimento 5 Stelle, Rosalba Cimino - (AgrigentoOGGi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr