Sanremo 2022, le canzoni in gara ascoltate da Gino Castaldo

Sanremo 2022, le canzoni in gara ascoltate da Gino Castaldo
La Repubblica CULTURA E SPETTACOLO

E’ sempre più difficile destreggiarsi tra generi dissimili, esordienti ai limiti dell’ignoto, ampie quote rosa, antiche glorie di ritorno, elettrodance, melodie strappalacrime, trap, piccoli e grandi plagi più o meno inconsapevoli e anche, ovviamente, canzoni francamente inutili, tanto per non perdere del tutto le vecchie abitudini.

Sanremo oramai è tutto questo e anche di più

Neanche Sanremo è più una certezza, per fortuna. (La Repubblica)

La notizia riportata su altre testate

Non è tra le sue canzoni migliori, ma in un testo così lungo (forse troppo) è impossibile non riconoscersi. La più bella canzone del Festival (FrosinoneToday)

Giusy Ferreri assicura invece che “l’amore non se ne va, vola via ma poi torna da te”. Il Festival di Sanremo, che aprirà i battenti il primo febbraio, non riserva troppo spazio all’emergenza sanitaria. (Secolo d'Italia)

E questo aspetto potrebbe essere tutto quel che c’è di interessante da dire su questo brano. Yuman – Ora e qui. Potrebbe essere la vera rivelazioni di questo Festival (Open)

Abbiamo ascoltato in anteprima le canzoni di Sanremo: ecco i nostri pronostici

DITONELLAPIAGA CON RETTORE – "CHIMICA" – VOTO 6. Pop non pasticciato e duetto scatenato al femminile, a tratti evoca (chissà) Acido/Acida dei Prozac+ Mancano due settimane, e per ora il Festival sembra ancora lontano dall’atmosfera preoccupata e piena di guai che impera fuori dal Regno di Sanremo. (La Stampa)

Esplosività allo stato brado, “Chimica” sarà la quota anticonformista di questo Festival, tra l’eros contenuto nei versi, il sound travolgente, le suore e le polemiche. Uno dei testi più espliciti in gara, che si arricchisce sia del vissuto di Ditonellapiaga che di Donatella Rettore. (Recensiamo Musica)

Ed è proprio per voi che abbiamo anche provato a individuare i possibii vincitori della settantaduesima edizione della competizione Certo, come per ogni Natale che si rispetti non tutti i doni sono graditi, ma forse è anche questo il bello di Sanremo. (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr