Green pass, settimana decisiva: si va verso l’obbligo in situazioni a rischio

Green pass, settimana decisiva: si va verso l’obbligo in situazioni a rischio
BergamoNews.it INTERNO

L’obiettivo è mantenere tutta l’Italia in zona bianca almeno fino a Ferragosto.

Si cerca di trovare una mediazione sui ristoranti al chiuso: l’obbligo spaventa le associazioni di categoria

Per il momento invece è escluso l’obbligo su autobus e metropolitane, ma questa scelta potrebbe essere rivista a settembre.

Quella che inizia sarà la settimana decisiva.

Il Governo infatti sembra intenzionato a seguire le orme della Francia e rendere obbligatorio il certificato verde per alcune situazioni. (BergamoNews.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Da valutare il passaggio di alcune Regioni in zona gialla e i loro parametri, e infine decidere se prolungare lo stato di emergenza fissato al prossimo 31 luglio. La situazione emergenza Covid e variante Delta sta colpendo molti Paesi in Europa, tra cui l’Italia. (Informazione Oggi)

Il governo prepara il nuovo decreto anti-Covid, quello che prevede l’estensione dell’utilizzo del green pass, ad esempio per poter andare al ristorante o salire sui mezzi pubblici. E’ un ragionamento di buon senso: se una Regione rimane bianca ci può essere un tipo di utilizzo di green pass, ma se una Regione ha criticità maggiori, piuttosto che chiudere si applica il green pass più restrittivo“ (Il Fatto Quotidiano)

Covid: cambi di colore e green pass, i due scenari secondo Pregliasco In queste ore si parla di nuovi parametri per i cambi di colore e di rimodulazione del green pass: ecco il parere del virologo Pregliasco. (Virgilio Notizie)

Green Pass, settimana decisiva: le nuove regole al vaglio del Governo

La certificazione verde Covid-19 è ottenibile da chi sia stato vaccinato, chi abbia fatto un tampone negativo nelle 48 precedenti o sia guarito dalla malattia na trasferta in Italia per una cena al ristorante, anche nella fascia di confine, potrebbe presto richiedere un'accortezza in più. (Ticinonline)

In altri termini, grazie allo stato di emergenza il governo potrà adottare altri Dpcm dopo il 31 luglio, comprese eventuali nuove restrizioni se i contagi continueranno tornare a salire dopo le vacanze estive Quindi la proroga eventuale dello stato di emergenza fino al 31 dicembre cementerebbe anche l’incarico del commissario straordinario, il generale Francesco Paolo Figliuolo. (RiminiToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr