Green Pass, obbligo in luoghi di lavoro. Nuove regole e ricadute operative per farmacie e parafarmacie

Green Pass, obbligo in luoghi di lavoro. Nuove regole e ricadute operative per farmacie e parafarmacie
Farmacista33 INTERNO

Tale misura permane "fino alla presentazione del green pass e, comunque, non oltre il 31 dicembre

Vale la pena fare un punto delle ultime novità che più toccano farmacie e parafarmacie.Un primo importante aspetto riguarda le verifiche che il datore di lavoro è chiamato a compiere.

In questo caso - o anche per chi non esibisca un Green pass valido al momento dei controlli all'accesso -, non è possibile entrare nel luogo di lavoro e si viene considerati assenti ingiustificati. (Farmacista33)

Su altri media

Tutti sistemi che potranno dialogare con la Piattaforma nazionale-Dgc, da cui si scarica il Pass, per la verifica delle Certificazioni verdi. Privacy tutelata. La privacy e la sicurezza dei dati personali resta prioritaria: per questo nessun datore di lavoro o addetto ai controlli delegato potrà tenere traccia dei dati dei Green Pass. (Scuola & Concorsi)

Vediamo quindi dove non è necessario presentare il green pass.Dove non è obbligatorio presentare il green pass dal 15 ottobreIl green pass non è obbligatorio sui mezzi di trasporto pubblico cittadini ed extra urbani, tra questi:Non è obbligatorio presentare il green pass quando si entra nelle seguenti attività commerciali:Per quanto riguarda i viaggi in Italia, il green pass non è obbligatorio nei luoghi di pernottamento come:Nell’ambito dell’attività sportiva, non è richiesto il green pass quando si pratica sport all’aperto:Il green pass non è obbligatorio nelle aree all’aperto dei ristoranti e dei pub. (Sputnik Italia)

Vi invitiamo a leggere anche l’approfondimento su tutte le regole del Green Pass Italia che interessano vari settori come ristorazione, turismo e concorsi Per effettuare il controllo Green Pass, il Governo ha stabilito una precisa procedura per le PA e indicato delle linee guida per i privati. (Ti Consiglio)

Italia, i problemi del Green Pass

I sistemi automatizzati previsti dal DPCM permetteranno di visualizzare infatti la sola informazione del possesso o meno di una certificazione valida. L’attività di verifica non dovrà comportare la raccolta di dati dell’interessato contenuti nel Green Pass, né la conservazione del QR code. (PMI.it)

– A partire da venerdì 15 ottobre in Italia scatterà l’obbligo di Green Pass per tutti i lavoratori pubblici e privati. Saranno i datori di lavoro a definire le modalità dei controlli che devono essere effettuati, preferibilmente, all’accesso ai luoghi di lavoro. (Radiogold)

Queste, alcune delle regole con cui il Governo intende accompagnare l’entrata in vigore di quest’obbligo esteso del Green Pass, che sta mettendo sotto pressione una fetta minoritaria, ma comunque consistente di lavoratori. (RSI.ch Informazione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr