Green pass da controllare a mano "Paritarie considerate di serie B"

Green pass da controllare a mano Paritarie considerate di serie B
IL GIORNO INTERNO

A denunciare la situazione che stanno vivendo dal primo settembre le 698 scuole non statali milanesi è Daniele Nappo, direttore dell’Istituto Freud.

"La piattaforma nazionale per la verifica del green pass al personale insegnante e amministrativo è stata attivata solo per le scuole statali e non per le paritarie rendendo complessi, lunghi e tortuosi i controlli.

Ma i nostri sono dipendenti e la piattaforma già esiste ed è nata in collaborazione con il ministero della Salute". (IL GIORNO)

Ne parlano anche altri media

Logicamente non possono non mancare coloro che si oppongono e che vorrebbero insegnare lo stesso. Un braccio di ferro che ha costretto il dirigente scolastico a chiamare addirittura la Polizia Locale per far desistere la donna visti gli animi piuttosto accesi (Youtvrs)

Anche chi non ha fatto le vaccinazioni può ottenere il green pass: basta fare il tampone che copra il primo giorno di accesso all’istituto. Un giorno a cui mamme e papà pensano dalla nascita del figlio, il primo reale distacco. (GenovaQuotidiana)

Sono 8 i nidi d’infanzia a gestione diretta del Comune di Pisa a cui si aggiungono 5 nidi a gestione indiretta. Poi ci sono 11 nidi d’infanzia privati che sono stati autorizzati eo accreditati dal Comune. (LA NAZIONE)

Non ha il green pass dipendente scolastica si rifiuta di lasciare l'edificio

Lo sdoppiamento degli ingressi tra le 8:00 e le 9:00 è una farsa che lascia semplicemente per strada i ragazzi, esposti alle intemperie e allo spaccio. Considerato lo sforzo fatto dai dirigenti scolastici lo scorso anno, per fornire i dati relativi alle consistenze numeriche e alle provenienze degli studenti, sarebbe stato auspicabile adottare misure più efficaci in ordine al trasporto pubblico. (Cronache Salerno)

“È vero che i cortili e i giardini rientrano fra le strutture scolastiche, ma è pur vero che si trovano all’aperto, dunque ritengo che a tutti i genitori si possa permettere di accompagnare i loro figli fino all’ingresso dell’edificio scolastico”. (La Provincia di Biella)

Si tratta di Laura Muratore: "Sono una collaboratrice scolastica e non ho il green pass" spiega. La donna ha ripetuto più volte l'incostituzionalità del green pass dietro a questo scudo aggiunge: "Mi devono portare via di forza, che fanno mi arrestano?" (Prima la Riviera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr