Mediobanca, Caltagirone detiene 3,003% al 20 luglio - Consob Da Reuters

Mediobanca, Caltagirone detiene 3,003% al 20 luglio - Consob Da Reuters
Investing.com ECONOMIA

Il logo Mediobanca presso la sede centrale del gruppo a Milano.

(Gianluca Semeraro, in redazione a Milano Cristina Carlevaro)

Si tratta di contratti di opzione put con scadenze 16 luglio sullo 0,113%, 20 agosto su un altro 0,113% e 17 settembre sull'1,95%.

REUTERS/Flavio Lo Scalzo. MILANO (Reuters) - Francesco Gaetano Caltagirone ha portato la sua partecipazione in Mediobanca (MI: ) al 3,003%, quota leggermente superiore al 2,88% dichiarata ieri. (Investing.com)

La notizia riportata su altri giornali

Col titolo in rialzo del 2% a 9,47 euro la capitalizzazione della banca, primo azionista delle Generali, si attesta a 8,64 miliardi di euro. Bene anche Generali (+1,71% a 16,67 euro) di cui Caltagirone controlla già il 5,6%, che va a sommarsi alla percentuale sulla partecipazione di Mediobanca nel leone di Trieste (12,93%). (Antimafia Duemila)

Alcuni rumor di stampa parlano anche della figura di un possibile nuovo presidente con relazioni internazionali. Dopo il blitz che ha portato Francesco Gaetano Caltagirone a salire al 3% del capitale di Mediobanca, con la possibilità di salire al 5% dopo l’estate in caso di esercizio di opzioni put, continuano a rincorrersi i rumor sulle potenziali ripercussioni che potrebbero esserci sulla governance di Generali, di cui lo stesso Caltagirone è lo stesso azionista con il 5,60% del capitale, dietro proprio a Mediobanca (12,93% del capitale). (Il Cittadino on line)

“Indiscrezioni sulla volontà di Caltagirone di salire fino al 5% del capitale erano gia’ emerse in passato. Nel frattempo il Sole 24 Ore oggi evoca scenari da Opa: “Un accordo tra i maggiori azionisti di Generali supererebbe di gran lunga la soglia dell’Opa, che, come per la stessa Mediobanca, anche per Trieste è del 25% (Startmag Web magazine)

Mediobanca – Caltagirone sale al 3,003% del capitale

Poi ci sono anche la Fondazione Crt e De Agostini, che complessivamente possiedono un altro 4% di Generali. Per quanto riguarda Caltagirone, nei giorni scorsi è salito a poco più del 3% del capitale di Mediobanca, con la possibilità di accrescere la propria quota poco sopra il 5% in caso di esercizio di alcune opzioni put. (Il Cittadino on line)

Anche qui la strategia del ceo è stata quella di puntare sul segmento delle medie aziende, servendo contemporaneamente gli imprenditori con il private banking Secondo un report di ieri di Ubs, Piazzetta Cuccia sta valutando di rilevare la rete dei promotori da Deutsche Bank Italia, l’ex Finanza e Futuro. (Corriere della Sera)

Lo si apprende dalle ultime rilevazioni Consob sulle partecipazioni rilevanti, secondo cui l’operazione risale allo scorso 20 luglio. Le opzioni put con scadenza 16 luglio per lo 0,113% non sono state esercitate, per cui la crescita della quota è avvenuta grazie ad alcuni acquisti sul mercato. (Il Cittadino on line)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr