Il ‘governo dei migliori’ metta la fiducia sul ddl Zan: ogni discussione verrebbe spazzata via

Il ‘governo dei migliori’ metta la fiducia sul ddl Zan: ogni discussione verrebbe spazzata via
Approfondimenti:
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Eppure c’è (secondo me) una prova più semplice, meno epocale e di sistema, sul metro della quale può essere valutata la valenza del Governo Draghi.

Altra prova della validità del governo Draghi è la buona gestione del piano vaccinale o del bilanciamento delle esigenze sanitarie ed economiche nella delicata questione tra aperture e chiusure.

Ecco, quindi, che sarà solo l’operato del governo a dimostrare se la teoria dei migliori è valida oppure no. (Il Fatto Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Altro che voglia di confrontarsi, la Lega ha preso in ostaggio la commissione Giustizia del Senato e ciò è inaccettabile ». Meno intransigente la posizione di Cambiamo: il testo «va rivisto», per Giovanni Toti, ma contiene anche «alcuni spunti positivi» (Avvenire)

A confrontarsi saranno due consiglieri regionali: Nadia Rossi del Partito Democratico e Matteo Montevecchi della Lega. Al centro della discussione ci sarà il Ddl Zan contro l’omotransfobia. (News Rimini)

Il ddl Zan introduce il concetto di identità di genere. Ma le disposizioni del ddl Zan possono ledere la libertà d'espressione? (ilGiornale.it)

Vi spieghiamo perché il Ddl Zan è un abominio giuridico

Fallon Fox è nato maschio, ma si sente donna? Sì perché il ddl Zan è una legge non solo sui fatti, ma anche sui pensieri. (la VOCE del TRENTINO)

"Il ddl Zan è all'ultimo punto dell'ordine dei lavori della commissione giustizia in plenaria giovedì, questo dimostra la volontà di non volerlo discutere. Se la Lega presenterà un proprio disegno di legge che contrasta anche solo in parte il ddl Zan, nell'immediato cambia tutto. (Today.it)

Dunque è assolutamente falsa l’affermazione di cui si riempiono la bocca secondo la quale il Ddl Zan non minerebbe la libertà d’espressione Il Ddl Zan inserirebbe nella legge Mancino la sanzione per chi istighi alla violenza o all’odio o alla discriminazioni sulla base del sesso e dell’orientamento sessuale. (Il Primato Nazionale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr