Nuovo decreto Covid firmato da Draghi: cosa prevede e novità

Nuovo decreto Covid firmato da Draghi: cosa prevede e novità
Money.it INTERNO

Ecco le misure in vigore durante il prossimo mese, che si aggiungeranno alle novità del Dpcm in arrivo entro il 5 marzo.

Sul decreto legge in questione dovrà intervenire il Parlamento entro 60 giorni per provvedere - come stabilisce la Costituzione - alla conversione in legge.

Gli spostamenti interregionali potrebbero non essere vietati a partire dal 28 marzo, salvo proroghe ulteriori

Il nuovo decreto Covid è stato approvato dal Consiglio dei ministri e firmato dal neo premier Mario Draghi, pronto ad entrare in vigore dal 26 febbraio 2021. (Money.it)

Su altre fonti

Per questo adesso l'idea è rinviare le riaperture alla fine di marzo o agli inizi di aprile, ovvero per Pasqua o subito dopo Il governo Draghi lavora al nuovo Dpcm che sostituirà quello in vigore il 5 marzo dopo il decreto legge n. (LeccoToday)

Si lavora a ritmi serrati per il nuovo Dpcm (Decreto del presidente del Consiglio dei ministri), il primo del governo Draghi e che andrà a sostituire quello in vigore fino 5 marzo. Si dovrebbe comunque agire nuovamente con un dpcm che dovrebbe essere definito durante gli ultimi giorni di febbraio. (TrentoToday)

Questo è valido anche per gli studenti che studiano lontano da casa, anche loro potranno rientrare presso la propria residenza o domicilio Il provvedimento proroga il divieto di spostamenti tra Regioni fino al 27 marzo e la regola che limita gli spostamenti verso le abitazioni private a due adulti con in più solo i figli minori di 14 anni. (Orizzonte Scuola)

Decreto covid, ecco il testo: vietati spostamenti fra regioni fino al 27 marzo. Docenti, Ata e studenti possono rientrare a casa

NORME NUOVO DECRETO COVID DRAGHI. Nelle zone rosse non è consentito fare visita a parenti e amici – è revocato il permesso di spostarsi verso abitazioni private abitate diverse dalla propria in zona rossa. (Ti Consiglio)

Confermato l’impianto dei colori delle Regioni, con i criteri già aggiornati nello scorso provvedimento per entrare in zona arancione, rossa e gialla. Nessun riferimento al tema delle seconde case nel decreto Draghi, per cui le prescrizioni dovrebbero restare invariate rispetto all’ultimo decreto e prevedere l’ok a questo genere di spostamente anche in zona rossa. (Zoom24.it)

Ecco alcune anticipazioni sulle misure restrittive su cui sta ragionando il governo. Sono tanti i fronti su cui dovrà esprimersi l'esecutivo, alle prese con una possibile "terza ondata" dominata dalle varianti del Covid. (Corriere dell'Umbria)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr