COVID - L'Austria anticipa il booster a 4 mesi dall'ultima dose

COVID - L'Austria anticipa il booster a 4 mesi dall'ultima dose
Approfondimenti:
Napoli Magazine ESTERI

ITÀ. COVID - L'Austria anticipa il booster a 4 mesi dall'ultima dose. Vienna anticipa il booster a quattro mesi dall'ultima dose.

"La terza dose - si legge ora - può essere somministrata dal quarto mese, mentre dovrebbe essere somministrata dal sesto mese dalla seconda".

La task force nazionale per i vaccini ha pubblicato questa precisazione visto che - soprattutto a Vienna - da tempo in "casi eccezionali" il richiamo veniva già anticipato a quattro mesi. (Napoli Magazine)

Ne parlano anche altre fonti

La task force per le vaccinazioni di Vienna va così oltre la semplice applicazione del via libera dell'Ema. Nei giorni scorsi, viste le restrizioni e il Super Green pass, che in Austria si chiama 2-G, ha ripreso slancio la campagna vaccinale tra gli adulti (Gazzetta di Parma)

In Israele non abbiamo mai forzato le vaccinazioni e abbiamo lo stesso tassi elevati di vaccinati”. “Sarà difficile forzare le persone”, ha aggiunto Shahar aggiungendo che “ovviamente come medico mi piacerebbe che tutti fossero vaccinati” (LaPresse)

- Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali (Edra s.p.a.)

Ministero Salute: esenzioni a vaccinazioni prorogate fino a 31-12

Per contrastare la violenta ripresa della pandemia, quindi, il governo austriaco ha deciso di procedere alla somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid a distanza di 4 mesi dalla ricezione dell’ultima dose ricevuta. (Yahoo Finanza)

L’Austria anticipa il booster a quattro mesi dall’ultima dose. Per quanto riguarda Janssen, il richiamo va fatto tassativamente entro il 3 gennaio altrimenti scade il Green pass (Nordest24.it)

Lo scrive il ministero della Salute in una circolare firmata dal direttore generale della prevenzione sanitaria, professor Giovanni Rezza.“Si precisa – conclude la circolare – che non sarà necessario un nuovo rilascio delle certificazioni già emesse” (askanews) – “La validità e la possibilità di rilascio delle certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19, per gli usi previsti dalla normativa vigente, è prorogata sino al 31 dicembre 2021”. (Agenzia askanews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr