Omicidio di Reggio Emilia, Mirko Genco ha registrato la notte del delitto

Omicidio di Reggio Emilia, Mirko Genco ha registrato la notte del delitto
Il Resto del Carlino INTERNO

Reggio Emilia, 25 novembre 2021 - Mirko Genco, 24 anni di Parma, ha registrato con il suo cellulare gli ultimi 53 minuti di vita di Juana Cecilia Hazana Loayza, la donna che ha ucciso e che è accusato di aver anche violentato.

L'unico 'contatto' avuto con il responsabile di un centro a Parma, in cui avrebbe dovuto seguire il percorso, era stato il 16 novembre, quindi quattro giorni prima del delitto. (Il Resto del Carlino)

Ne parlano anche altri media

Mirko Genco, reo confesso dell'assassinio di Juana Cecilia Loayza, ha registrato con il suo cellulare gli ultimi 53 minuti di vita della donna che ha ucciso e che è accusato di aver anche violentato. (Il Messaggero)

Sono questi gli inquietanti particolari che emergono dalle indagini relative al femminicidio di Reggio Emilia, del quale è accusato il giovane residente a Parma. (ParmaToday)

Mirko Genco ha parlato di “scambio di effusioni e di un rapporto consenziente” avvenuti al parco, la procura non la pensa così. “Nessuna dichiarazione di pentimento – spiega l’avvocato Alessandra Bonini – Lui sa quello che è successo, non racconta con frasi farneticanti ed è lucido”. (Reggionline)

Nessun pentimento, Genco sceglie il silenzio: le telecamere confermano i dettagli dell'orrore. VIDEO

E' quanto emerge dagli atti su Mirko Genco, fermato sabato dai carabinieri di Reggio Emilia, ex compagno della 34enne peruviana che in passato aveva perseguitato. Dalla registrazione, conclusa alle 3.05, ci sono riscontri al racconto fatto nella confessione. (Gazzetta di Parma)

A cura di Antonio Palma. Mirko Genco, l’assassino reo confesso di Juana Cecilia Hazana Loayza, ha registrato la voce della 34enne di Reggio Emilia per diversi minuti prima di ucciderla a coltellate in un parco della cittadina emiliana venerdì corso. (Fanpage)

Un dettaglio che potrebbe apparire sorprendente, ma l’avvocato lo ha spiegato in maniera semplice: non avrebbe avuto senso ripetere tutto il racconto. Questa ultima azione di Genco, che ha deciso di finire Juana dopo aver tentato di strangolarla, è sufficiente a contestargli la premeditazione? (Reggionline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr